SPETTACOLIԑ TOP NEWS

Nel testamento Kirk Douglas lascia oltre 60 milioni di dollari in beneficenza

Oltre 60 milioni di dollari da devolvere in beneficenza. Questa l’ultima volontà di Kirk Douglas, scomparso all’età di 103 anni lo scorso 5 febbraio. L’eredità della leggenda di Hollywood andrà infatti tutta a favore di enti e associazioni che si occupano dei più bisognosi. Nulla al figlio Michael, che resta a bocca asciutta.

Douglas era noto al grande pubblico per le interpretazioni in classici della storia del cinema americano come ad esempio “Spartacus“, ” Il bruto e la bella” e “Brama di vivere“, “Il grande campione” e “Pietà per i giusti“. L’attore è stato candidato per tre volte agli Oscar in qualità di migliore attore protagonista, statuetta poi vinta nel 1996 con il riconoscimento alla carriera, mentre nel 1957 ha conquistato il Golden Globe come miglior attore in un film drammatico e nel 1968 ha ricevuto il Golden Globe alla carriera.

testamento Kirk Douglas
Kirk Douglas nei panni di “Spartacus” (Twitter)

Dell’intera fortuna lasciata da Kirk Douglas tra i beneficiari ci sono la St Lawrence University, con una borsa di studio per studenti appartenenti alle minoranze o meno privilegiati, il Culver City’s Kirk Douglas Theatre, un cinema che è stato trasformato in un teatro, il Children’s Hospital di Los Angeles e il Westwood’s Sinai Temple, sede della fondazione Kirk e Anne Douglas Childhood Center,

La fondazione Douglas è nata nel 1964, per opera dello stesso Douglas e dalla moglie Anne Beydens Douglas, sposata per 65 anni con la star e che ricopre ancora l’incarico di amministratore fiduciario dell’associazione non profit. “L’obiettivo principale della Fondazione Douglas è quello di aiutare coloro che non sono in grado aiutare se stessi“, afferma il sito Web del gruppo. Lo scopo dell’associazione è quello di “migliorare l’istruzione e la salute dei ragazzi, favorirne il benessere e, soprattutto, svilupparne nuove opportunità”

Da sx Michael Douglas, a fianco del padre Kirk (Twitter)

La volontà del padre avrà sicuramente colto di sorpresa il figlio Michael, che tuttavia sembra essere in possesso di un patrimonio netto di oltre 300 milioni di dollari, e che quindi potrebbe non avere bisogno dell’eredità del padre. Inoltre avrebbe dovuto dividere l’ingente somma con i fratelli Joel (nato dalla stessa madre di Michael Diana Dill) e Peter, nato dal secondo matrimonio con Anne Beydens Douglas. Mentre dal 2004 la famiglia aveva perso il figlio minore Eric morto all’età di 47 anni per un’intossicazione acuta causata dagli effetti combinati di alcol, tranquillanti e antidolorifici.

A quanto pare rimarrebbe fuori dalla donazione una cifra di circa 10 milioni di dollari, parte del patrimonio di Kirk, che non è ben chiaro se verrà suddivisa tra l’ultima moglie e i figli oppure verrà destinata ad altre iniziative filantropiche.

Norbert Ciuccariello

Articoli Correlati