CRONACHEԑ PRIMO PIANOԑ VENETO

Nel Veronese, titolare di una sala slot ucciso dal rapinatore

VERONA. Il titolare di una sala giochi di Legnago (Verona) è rimasto ucciso durante una rapina compiuta nel suo locale. Il fatto è accaduto la scorsa notte, ma è stato reso soltanto oggi dalle forze dell’ordine. L’uomo, 60enne, originario della provincia di Brescia, ma da tempo trasferito nel Veronese, è stato aggredito da un uomo a volto coperto, armato di un bastone o una spranga che, dopo essersi fatto aprire la porta del retro, lo ha colpito violentemente provocandogli un grave trauma cranico.

Dopo avere trafugato l’incasso di circa tremila euro, il rapinatore si è dileguato facendo perdere le sue tracce. Il titolare della sala giochi è morto poco dopo il trasporto in ospedale in seguito alle gravi ferite riportate.

Il suo corpo è stato scoperto dalla socia in affari che abita nello stesso stabile e che, entrando nel locale, lo ha trovato a terra in una pozza di sangue. Sul caso stanno indagando i militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Verona insieme ai colleghi della Compagnia di Legnago.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati