• 18 Gennaio 2021
  • DAL MONDO

Nuova Zelanda, incriminazioni per l’eruzione del vulcano Whakaari

Tredici tra enti e persone sono stati incriminati dalle autorità della Nuova Zelanda nell’inchiesta sulla tragedia di White Island, dove a dicembre dell’anno scorso 22 persone rimasero uccise nell’eruzione del vulcano Whakaari. Lo riporta la Bbc.

Tra gli accusati, dieci parti sono stati incriminati in virtù della legge sulla salute e sicurezza sul lavoro, che prevede una multa fino a 1,5 milioni i dollari neozelandesi (1,06 milioni di dollari). Altri tre sono stati accusati in quanto individui e rischiano fino a 300.000 dollari di multa. Dovranno comparire in tribunale il 15 dicembre. 

Whakaari
L’eruzione del vulcano Whakaari, in Nuova Zelanda, provocò 22 vittima

Al momento dell’eruzione il 9 dicembre del 2019 sull’isola c’erano 47 persone tra le quali turisti dagli Stati Unit, Gran Bretagna, Germania e Cina. Dall’eruzione del 9 dicembre scorso non sono più tornati visitatori. A un anno di distanza molti dei sopravvissuti stanno ancora ricevendo cure per le ferite riportate. 

Redazione

Leggi ancora