• z PRIMO PIANO

Omicidio a Piossasco: sorprende i ladri in casa e viene ucciso

L'architetto Roberto Mottura, 49 anni, è stato ucciso a colpi di pistola da due ladri che si erano introdotti nella sua abitazione a Piossasco.

Questa notte a Piossasco, nel Torinese, un uomo è stato ucciso a colpi di pistola dopo aver sorpreso due ladri che si erano introdotti furtivamente nella sua abitazione. La vittima è Roberto Mottura, architetto di 49 anni, che è stato freddato nella sua casa di due piani in via del Campetto 33, situata in una zona collinare del comune piemontese.

La prima a dare l’allarme è stata la moglie, che in un primo momento aveva ipotizzato che il marito fosse stato colto da un malore. Nonostante l’intervento tempestivo del personale medico del 118 che ha provato a rianimarlo, l’uomo è deceduto. L’ipotesi del mancamento fisico è stata accantonata a seguito del ritrovamento di un bossolo nell’abitazione che ha fugato ogni dubbio. Sul luogo sono in corso i rilevamenti da parte dei carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Torino e della Compagnia di Moncalieri.

omicidio Piossasco

Architetto ucciso in casa nel Torinese: la dinamica dei fatti

Secondo quanto emerge dalle prime ricostruzioni i malviventi si sarebbero introdotti dal retro della villetta intorno alle 4 di notte, dove viveva l’architetto, che tra qualche giorno avrebbe compiuto 50 anni, insieme alla moglie e al figlio di 12 anni. Le camere da letto in cui dormono i tre sono situate al secondo piano dell’edificio. Dopo essersi intrufolati nell’abitazione, infrangendo qualche vetro, è scattato l’allarme. L’antifurto ha svegliato il capofamiglia che si è recato al primo piano.

È probabile trovatosi di fronte ai ladri ne sia scaturita una colluttazione, nel corso della quale uno dei due rapinatori ha sparato alla vittima, che a quanto pare è stata colpita allo stomaco. L’esatta dinamica dei fatti sarà chiarita dagli inquirenti e dall’ispezione cadaverica. Dopo aver fatto fuoco l’assassino e il complice sono fuggiti. In questo momento le forze dell’ordine sono sulle loro tracce.

Articoli correlati