CRONACHEԑ TOP NEWS

Open Arms, altri cinque migranti si gettano in mare

Altri 5 naufraghi hanno deciso di buttarsi in mare dalla Open Arms e cercare di raggiungere a nuoto la riva. Precedentemente erano stati nove i migranti che si erano lanciati in mare e in seguito tutti tratti in salvo dalla guardia costiera.

Attualmente sono 88 i migranti ancora a bordo dell’imbarcazione. Nove erano stati trasferiti per problemi di salute sulla terraferma a Lampedusa la scorsa notte, uno si è gettato in mare stamattina ed è stato salvato dalla Guardia costiera, che ha poi soccorso gli altri nove migranti.

La Ong catalana attraverso un tweet lancia un appello sulle condizioni, a sua detta divenute insostenibili, delle persone a bordo: “Le persone continuano a gettarsi in acqua. I nostri soccorritori, la nostra rhib, guardacoste e guardia di finanza soccorrono e provano a controllare la situazione.La sopportazione è al limite.

Tutto questo accade mentre il governo di Madrid ha offerto una soluzione “nelle prossime ore” a Open Arms. Lo ha dichiarato la ministra della Difesa spagnola, Margarita Robles, secondo quanto ha riportato il quotidiano La Vanguardia. Robles ha sottolineato che si tratta di una situazione di “emergenza umanitaria” e che la Spagna “non guarderà dall’altra parte come sta facendo il ministro Matteo Salvini“.

Salvini che dalle proprie pagine social aveva avuto modo di ribadire la propria volontà nel difendere le decisioni prese in merito al divieto degli sbarchi di migranti: “La linea della fermezza è l’unico modo per evitare che l’Italia torni ad essere il campo profughi d’Europa, come dimostrato anche in queste ore con la nava Ong spagnola dei finti malati e dei finti minori.

Successivamente in un altro tweet ha aggiunto: “E sono convinto che questa sia l’opinione della maggioranza degli italiani. Orgoglioso di quanto fatto finora, a volte contro tutto e contro tutti, per difendere i confini e la sicurezza del mio Paese. Porti chiusi

Norbert Ciuccariello

Loading...

Articoli Correlati