SPETTACOLIԑ TOP NEWS

Oscar 2020, ‘Il Traditore’ di Bellocchio è fuori dalla corsa alla statuetta

Arrivano cattive notizie per l’Italia in quel di Holliwood: l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha comunicato le shortlist preliminari di alcune categorie, tra le quali quella del miglior film internazionale nella quale non figura ‘Il traditore‘ di Marco Bellocchio, unico film italiano che era stato scelto come rappresentante del Bel Paese. Toccherà quindi a Lina Wertmüller l’onore e l’onere di rappresentare l’Italia agli Oscar 2020, in quanto le verrà assegnato l’Academy Honorary Award, ovvero la statuetta alla carriera.

Per la 92esima edizione degli Academy Awards sono state comunicate le shortlist nelle seguenti categorie: Miglior documentario, Miglior Cortometraggio (documentario), Miglior film in lingua straniera (non inglese), Miglior Makeup and Hairstyling, Miglior Colonna Sonora, Miglior Canzone Originale, Miglior Cortometraggio (animato), Miglior Cortometraggio (live-action) e Migliori Effetti Speciali. Le candidature finali per tutte le categorie saranno annunciate il 13 gennaio e la cerimonia degli Oscar 2020 si svolgerà il 9 febbraio.

oscar 2020 il traditore
Oscar 2020: ‘Joker‘, tra i grandi favoriti della vigilia, diretto da Todd Phillips e interpretato da Joaquin Phoenix

Nella categoria Miglior film in lingua straniera, dalla quale è stato escluso il film di Bellocchio, da 91 pellicole presentate ne sono rimasti ancora in lizza 10: ‘Parasite‘ di Bong Joon-ho (Sud Corea), ‘Dolor y gloria‘ di Pedro Almodovar (Spagna), ‘The Painted Bird‘ di Vaclav Marhoul (Repubblica Ceca), ‘Truth and Justice‘ di Tanel Toom (Estonia), ‘I Miserabili‘ di Ladj Ly (Francia), ‘Those Who Remained‘ di Barnabás Tóth (Ungheria), ‘Honeyland‘ di Tamara Kotevska e Ljubomir Stefanov (Macedonia del Nord), ‘Corpus Christi‘ di Jan Komasa (Polonia), ‘La ragazza d’autunno‘ di Kantemir Balagov (Russia) e ‘Atlantics‘ di Mati Diop (Senegal).

Nella categoria Migliori Effetti Speciali figurano alcuni grandi favoriti della vigilia, alla vittoria di almeno una statuetta, come ‘Joker‘ di Todd Phillips ‘Avengers: Endgame‘ di Antony e Joe Russo, ‘Star Wars: L’Ascesa di Skywalker‘ di J. J. Abrams, ‘Il Re Leone‘ di Jon Favreau e ‘The Irishman‘ di Martin Scorsese.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati