SPETTACOLIԑ TOP NEWS

Oscar 2020, l’Italia punta su “Il traditore” di Bellocchio

ROMA. Per concorrere agli Oscar 2020, l’Italia punta su Il traditore di Marco Bellocchio con protagonista Pierfrancesco Favino. La pellicola, che ripercorre i momenti salienti della vita del primo pentito di mafia Tommaso Buscetta, è stata scelta dalla Commissione di selezione, istituita lo scorso giugno da Anica, incaricata dalla Academy of Motion Picture Arts and Sciences di designare il film italiano che concorrerà alla novantaduesima edizione degli Oscar. A comporre la giuria che ha selezionato il film Roberto Andò, Laura Bispuri, Stefano Della Casa, Daniel Frigo, Gianni Quaranta, Mario Turetta, Alessandro Usai, Anne-Sophie Vanhollebeke, Alessandra Vitali.

Marco Bellocchio e Pierfrancesco Favino

Il film di Bellocchio è stato scelto in una rosa che comprendeva Martin Eden di Pietro Marcello, Coppa Volpi a Luca Marinelli a Venezia, La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi dal romanzo di Roberto Saviano, Il primo re di Matteo Rovere sulla storia di Romolo e Remo con Alessandro Borghi, Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis. La tappa successiva sarà decretata dall’Academy che il 13 gennaio annuncerà le cinque nomination internazionali, mentre la cerimonia degli Oscar è prevista il 9 febbraio 2020. Bellocchio se la vedrà con Pedro Almodóvar e il suo Dolor y Gloria (per la Spagna), Les Miserables di Ladj Ly, premiato a Cannes, per la Francia e diversi altri concorrenti agguerriti, tra i quali il coreano Parasite di Bong Joon Ho.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati