POLITICAԑ TOP NEWS

Per Boccia il passaporto sanitario è una proposta anticostituzionale

Sembrerà un gioco di parole di bassa lega ma il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia, nel corso audizione alla Commissione Federalismo fiscale della Camera, ha categoricamente bocciato la proposta lanciata da alcuni governatori di Regione in merito al passaporto sanitario: “Rileggete l’articolo 120 della Costituzione: una Regione non può adottare provvedimenti che ostacolino la libera circolazione delle persone. E poi se gli scienziati dicono che non ci sono passaporti sanitari, non ci sono.”

Sul tema della libera circolazione dei cittadini tra regione e regione il ministro Boccia fa un’appello al buonsenso di tutti : “Se tutte le regioni ripartono senza distinzioni sul profilo dei cittadini di ogni regione, la distinzione tra cittadini di una città rispetto all’altra non è prevista, se siamo sani ci muoviamo.” Inoltre specifica che attualmente non è prevista una fase di quarantena perché non siamo in una condizione che richieda l’applicazione di questa misura. Però nel caso in cui fosse prevista sarebbe necessario “un accordo tra le parti“.

passaporto sanitario
Il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia

Il ministro ha infine parlato dei possibili provvedimenti finanziari di sostegno economico in favore delle zone più colpite dall’epidemia di Covid-19, come le province lombarde di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e quella di Piacenza in Emilia Romagna che, a detta di Boccia, “hanno vissuto un’ecatombe” mentre il resto del Paese si è ritrovato a vivere un dramma. “Non paragonerei quelle province al resto d’Italia” ha aggiunto.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati