DAL MONDOԑ TOP NEWS

Perù nel caos, sciolto il Parlamento: si voterà a gennaio

LIMA. Un duro scontro istituzionale ha gettato nelle ultime ore nel caos il Perù. Il presidente della Repubblica Martín Vizcarra ha infatti deciso di sciogliere il Parlamento, e disposto nuove elezioni legislative per il 26 gennaio 2019. L’annuncio è stato ricevuto come una dichiarazione di guerra dall’organo legislativo, controllato dai partiti di opposizione Fuerza Nueva (ispirato dall’ex presidente Alberto Fujimori) e Apra, che hanno risposto votando all’unanimità dei presenti una sospensione per “incapacità temporanea” di Vizcarra, ed eleggendo come nuovo capo dello Stato la sua vice, Mercedes Araoz Fernández.

E’ l’ultimo capitolo di un conflitto istituzionale in atto da mesi, ed in cui Vizcarra ha cercato di costringere i parlamentari ad approvare riforme strutturali miranti soprattutto a fare fronte alla corruzione dilagante esistente nel Paese. I capi del comando congiunto delle Forze armate peruviane ed il comandante della Polizia nazionale hanno annunciato il loro appoggio al presidente Martín Vizcarra.

Loading...

Articoli Correlati