CRONACHEԑ TOP NEWS

Ponte Morandi, Mattarella abbraccia i familiari delle vittime

A Genova è in corso la cerimonia di commemorazione in ricordo delle 43 vittime del crollo di ponte Morandi. La messa è stata celebrata nel capannone sotto la nuova pila 9 del viadotto dall’arcivescovo della città, il cardinale Angelo Bagnasco. La cerimonia ha avuto inizio con la lettura dei nomi delle vittime.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, accolto tra gli applausi, prima della cerimonia ha voluto dare un caloroso abbraccio ai familiari delle 43 vittime del crollo del ponte Morandi. Non tutti i familiari delle vittime hanno deciso di partecipare alla cerimonia, definita secondo alcuni “una passerella per i politici“.

L’intervento di Giuseppe Conte alla cerimonia di commemorazione (Facebook)

Presenti anche alcuni tra vertici di Autostrade per l’Italia come Giovanni Castellucci Ad di Atlantia ed ex amministratore delegato, che figura tra gli indagati per il crollo. Presente anche l’attuale ad di Aspi Roberto Tomasi, Gianni Mion presidente di Edizione e Giuliano Mari, presidente di Aspi. Secondo quanto appreso la delegazione di Autostrade per l’Italia sarebbe stata invitata dal Commissario Marco Bucci. In seguito la delegazione ha lasciato il capannone in quanto alcuni familiari delle vittime avrebbero chiesto al premier Conte che la delegazione Aspi non partecipasse alla cerimonia.

Abbiamo inciso nei cuori quei giorni di apocalisse che ci ha lasciato senza respiro, ci ha fatto sentire svuotati come se tutto fosse precipitato nel buio“. Queste le parole del arcivescovo di Genova, Angelo Bagnasco, durante l’omelia che ha definito le vittime “angeli della città.” Il Cardinale ha poi concluso affermando che la città “non li dimenticherà mai. Vorremmo che i parenti non si sentissero soli“.

Norbert Ciuccariello

Loading...

Articoli Correlati