DAL MONDOԑ TOP NEWS

Riforma pensioni, a Parigi lacrimogeni contro i black bloc

PARIGI. Una pioggia di lacrimogeni, scontri, detonazioni: cresce la tensione a margine del corteo parigino contro la riforma delle pensioni voluta dal presidente Emmanuel Macron. Nei dintorni di place de la République, dove hanno preso posizione centinaia di black bloc con il volto coperto, sono stati dati alle fiamme alcuni cassonetti e i pompieri sono intervenuti.

Durante il pomeriggio si è sviluppato un grande rogo al centro della piazza, dal quale si leva un denso fumo nero. I black-bloc hanno dato alle fiamme materiale di cantiere, arredo urbano, cassonetti proprio in corrispondenza di un ingresso della metropolitana, che è chiusa da questa mattina. Alcuni giovani vestiti di nero e con il volto coperto si sono arrampicati sul monumento alla Republique, nel centro della piazza. Dalla polizia pioggia di lacrimogeni. I giovani, vestiti di nero e con il volto coperto, hanno preso di mira e danneggiato alcune telecamere di operatori tv che li stavano riprendendo.

La contestazione, che è stata già soprannonominata il “muro del 5 dicembre”, potrebbe far convergere altre lotte, dai lavoratori degli ospedali, già in agitazione da mesi, a studenti e insegnanti (oggi molte scuole sono chiuse), agli operai delle raffinerie e forse anche quel che resta dei gilet gialli. 

Giuseppe Muri

Giornalista pubblicista dagli Anni Ottanta, si occupa di cronaca e di costume. Ha lavorato per un lungo periodo nelle redazioni di testate locali piemontesi. Appassionato di storia, ha svolto alcune inchieste legate a fatti importanti che hanno caratterizzato il Novecento italiano.

Articoli Correlati