CRONACHEԑ TRENTINO ALTO ADIGE

Neonato trovato morto in un cespuglio: accusata rumena

BOLZANO. La Procura di Bolzano ha fermato nella serata di ieri una cittadina romena accusata di omicidio aggravato nei confronti del proprio figlio e di occultamento di cadavere. Lo comunica una nota della Procura in riferimento al ritrovamento di un neonato morto in un cespuglio nel Meranese.  Sono state sentite alcune persone informate sui fatti e sono stati sottoposti a sequestro alcuni oggetti ed indumenti nonché la stanza nella quale la donna soggiornava per motivi di lavoro. Ulteriori elementi sono attesi dall’autopsia.

Era stata sconvolgente la testimonianza di Oswald Verdorfer, il contadino di Lana che ha trovato il cadavere del neonato sotto un cespuglio a due passi dal suo maso, è ancora sotto shock quando racconta quanto accaduto: “Di certo è stato volutamente nascosto”. “Due turisti, dopo essersi fermati nel nostro locale, hanno proseguito per la loro strada. Dopo pochi metri – ha raccontato l’uomo – la donna ha notato qualcosa in un cespuglio e ha chiamato il marito che si è avvicinato e ha capito che si trattava di un bambino. A questo punto mi hanno chiamato e non mi è rimasto altro che chiamare il 112”. “Il corpicino – ha aggiunto con la voce rotta dal pianto – era nascosto sotto il cespuglio, era nudo, ma pulito, un maschietto piuttosto grande. Io non me la sono sentita di guardare, ero sotto shock. L’uomo invece ha controllato il polso e ha detto che il corpicino era freddo”. “Qui passano tanti turisti, ma proprio non so chi possa avere fatto questo”, ha detto. Ora gli inquirenti hanno probabilmente trovato la pista giusta e la risposta alle domande.

Loading...

Articoli Correlati