POLITICAԑ TOP NEWS

Salvini: “Governo Pd-M5s? Sarebbe un film horror”

Comincia ad assumere toni sempre più aspri lo scontro tra i due ex alleati di governo. E come se non bastasse è entrato in scena il terzo incomodo: nel caso specifico si tratta di Matteo Renzi, che potrebbe diventare uno tra i principali artefici del possibile accordo tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle.

Matteo Salvini sente puzza di inciucio, prendendo in prestito le parole di William Shakespeare in Amleto immaginato possa esclamare: “C’è del marcio in Danimarca.” ; anche se in questo caso si parla solo ed esclusivamente di Italia. Il vicepremier leghista in un intervista rilasciata a Repubblica afferma: “Un nuovo esecutivo Pd-M5s sarebbe un film dell’orrore: è il potere della poltrona. Solo e unicamente questo. Ditemi una cosa su cui sono d’accordo Renzi e Di Maio“. C’è spazio anche per lanciare una frecciatina a Renzi: “Rispetto i ‘cacciatori’ di poltrone, per carità. E rispetto i disperati che non vogliono tornare a lavorare fuori dal Parlamento“.

A questo punto per il ministro dell’Interno l’unica soluzione plausibile rimangono le elezioni: “Tutti hanno sempre ripetuto che dopo questo governo c’erano solo le elezioni. Quindi spero che Mattarella senta la sensibilità del Paese.” Concetto che ribadisce dalle proprie pagine social: “Inciuci, giochetti di palazzo, governi tecnici o “di scopo” (?) non fermeranno la voglia degli Italiani di un governo finalmente forte, chiaro, libero, per tornare a correre, per l’Italia dei SÍ. Ci stai???

L’ex premier ed ex segretario Pd Matteo Renzi già nella giornata di ieri aveva avuto modo di esprimere la propria opinione su un possibile accordo tra i democratici di sinistra e i penta stellati: “Oggi i giornali sono pieni di retroscena su accordi segreti tra noi e i Cinque Stelle. Qualcuno già ipotizza che io possa votare la fiducia a Fico premier. E perché non Toninelli premier allora? O Di Battista? Sono ragazzi così preparati e competenti.” Da questo commento trapela poca stima nei confronti di alcuni elementi cardine del Movimento. Alcuni hanno ipotizzato possa trattarsi di una dichiarazione pilota per mascherare le vere intenzione del Pd.

governo pd m5s
Matteo Renzi (Facebook)

Il senatore Pd definisce Salvini “Capitan Fracassa” e lo dipinge come un accentratore di potere: “Lui vuole pieni poteri. Vuole decidere lui quando si vota, non Mattarella. Vuole decidere lui quando riunire il Parlamento, non la conferenza dei capigruppo. Vuole decidere lui tutto, dopo che da 26 anni lo stiamo pagando per non fare nulla se non diffondere odio e insicurezza.” I temi sui quali vuole porre maggiore attenzione in questo momento di crisi sono la possibilità di un’aumento dell’IVA, la riduzione del numero dei parlamentari e la gestione delle prossime elezioni.

Capitan Fracassa ha paura: paura di me, ma soprattutto paura di noi. E fa bene a essere impaurito perché l’Italia civile è più forte del suo odio e della sua macchina da propaganda rimasta senza soldi. Il ragazzo è su di giri per le notti in spiaggia. Si occupi di sicurezza finché non lo sfiduciamo (questione di giorni, comunque) e si dia una calmata: farà bene innanzitutto al suo stato d’animo.” Così conclude il suo lungo post su Facebook Matteo Renzi.

Norbert Ciuccariello

Articoli Correlati