SPORTԑ PRIMO PIANO

Sampdoria: la trattativa tra Ferrero e Vialli è ufficiale

Sembra quasi giunta ai titoli di coda l’esperienza di Massimo Ferrero alla guida della Sampdoria: dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi è finalmente arrivato l’annuncio ufficiale della trattativa tra il presidente blucerchiato e la cordata capitanata da Gianluca Vialli.

Le due parti hanno siglato una lettera di intenti nella quale si impegnano a una trattativa esclusiva per il cambio di proprietà del club ligure. La holding della famiglia Ferrero ha diramato un comunicato ufficiale per rendere nota a tutti la trattativa in corso: “Holding Max srl, il veicolo di investimento della famiglia Ferrero, ha firmato una lettera di intenti con il consorzio CalcioInvest, LLC (guidato da Gianluca Vialli, James Dinan ed Alex Knaster) in relazione all’acquisto di U.C. Sampdoria spa, prestigioso club di Serie A. Ai sensi della lettera di intenti è stata concessa in questa fase a CalcioInvest, LCC l’esclusiva per la prosecuzione della trattativa sino al mese di settembre“.

“Le parti lavoreranno con il fine auspicato di concludere l’operazione a settembre – prosegue il comunicato ufficiale – una volta che siano preventivamente smarcati i punti ancora non definiti, nonché negoziati e convenuti i testi contrattuali definitivi. Il presidente Ferrero sottolinea di nutrire grande stima e simpatia per il consorzio CalcioInvest, LLC e in particolare per Gianluca Vialli, persona di spessore e indiscussa leggenda della storia blucerchiata“.

Gianluca Vialli

Attraverso queste parole l’operazione sembra avviarsi verso una conclusione positiva, nonostante nei sette mesi dall’inizio della trattativa abbia vissuto fasi altalenanti che avevano quasi portato alla definitiva rottura tra la società CalcioInvest LLC e il presidente blucerchiato. Motivo di scontro principale sono state le valutazioni economiche sul valore del club fatte dalle due parti: 100 milioni di euro era la richiesta della parte venditrice mentre la proposta iniziale degli acquirenti era intorno ai 45 milioni.

Successivamente l’offerta è stata portata a 65 milioni, più l’accollo dei 35 milioni di debito del club e una cifra di 15-20 milioni di earn out (ulteriore pagamento al verificarsi di certe condizioni) a favore dello stesso Ferrero. Per quest’ultima opzione è intervenuto direttamente l’ex presidente Garrone, che in questo modo contribuirà in maniera attiva al buon esito dell’operazione. In totale la spesa globale della società londinese dovrebbe aggirarsi intorno ai 120 milioni totali.

Senza considerare che il buon Massimo Ferrero ha fatto un’ulteriore richiesta prima delle firme: quello di poter beneficiare di eventuali percentuali sulla rivendita di una dozzina di giocatori. Bonus che varrebbe dagli 8 ai 14 milioni.

Dopo cinque anni vissuti alla presidenza della Samp da assoluto protagonista e a fronte delle richieste economiche fatte viene da pensare: cosa non si fa per amore della propria squadra… o meglio per amore dei soldi!

Carlo Saccomando

Loading...

Articoli Correlati