• IL SANTO DEL GIORNO

San Silvestro, Papa che fece edificare la basilica di San Pietro

Il 31 dicembre si festeggia papa San Silvestro I che, per molti anni, resse con saggezza la Chiesa, ai tempi in cui l’imperatore Costantino costruì le basiliche e il Concilio di Nicea acclamò Cristo Figlio di Dio. Si venera oggi perchè il suo corpo fu deposto a Roma nel cimitero di Priscilla, proprio l’ultimo giorno dell’anno.

Silvestro fu il XXXIII vescovo di Roma e diventò Papa il 31 gennaio del 314 e lo fu fino al 31 dicembre del 335. Il suo pontificato non fu facile e fu Costantino I, il primo imperatore romano cattolico, ad oscurare la sua figura in un periodo in cui ci fu una vera e propria rivoluzione con il passaggio di Roma dal paganesimo al cristianesimo. Quello fu uno dei periodi più entusiasmanti nella storia della Chiesa e papa Silvestro I promulgò uno dei documenti  più importanti: Actus Silvestri. Contiene un testo che riporta gli episodi salienti della sua vita di Pontefice, caratterizzata dalla disputata con dodici rabbini, che portarono alla conversione all’ebraismo di Elena, madre dell’imperatore Costantino I, venerata come sant’Elena Imperatrice. Intorno a questa vicenda e ai suoi diversi capitoli nacquero anche alcune leggende e al miracolo del Papa che riportò alla vita un toro ucciso  dal rabbino Zambri. Un prodigio che convinse la Regina Elena a convertirsi al cristianesimo e poi partire alla volta di Gerusalemme. 

Il pontificato di Silvestri I fu ricco di altri eventi importanti come il grande Concilio ecumenico e la promozione della costruzione delle prime grandi basiliche romane con l’appoggio dell’imperatore Costantino. In particolare riuscì a fondare la basilica di San Pietro sul colle Vaticano, sulle rovine di un preesistente tempio dedicato ad Apollo.   

Di quel tempo anche due altre importanti basiliche romane: quella sulla via Ostiense, in onore di San Paolo, e quella in onore di San Giovanni

Papa Silvestro I morì il 31 dicembre del 335  e fu sepolto nella chiesa che lui stesso ha voluto, nelle Catacombe di Priscilla. Nel 756 le sue reliquie vennero poi traslate nella chiesa di San Silvestro in Capite e in parte a Nonantola da Sant’Anselmo. 

Dal momento della morte e fino ai nostri giorni, la Chiesa lo venera e gli dedica varie organizzazioni, Ordini e le associazioni dei fedeli. Tra le più importanti L’Ordine Pontificio di San Silvestro papa. E’ uno dei cinque ordini cavallereschi concessi direttamente dal papa, come supremo pontefice della Chiesa Cattolica e come capo di stato della Città del Vaticano.
Ricordiamo infine che San Silvestro I Papa è il patrono di muratori e tagliapietre.

Don Alessio Yandusheff-Rumiantseff

Tags

Alessio Yandusheff-Rumiantseff

Sacerdote cattolico, nato a San Pietroburgo nel 1973, attualmente vive a Roma dove svolge il suo servizio pastorale ed accademico. Dottore in Teologia e professore. Ha compiuto gli studi in genetica a San Pietroburgo, in filosofia in Liechtenstein e in teologia alla Pontificia Università Lateranense e alla Pontificia Università Gregoriana di Roma. È cappellano della Facoltà di Economia dell'Università La Sapienza. Collabora con le riviste teologico-filosofico-storiche "Traditio viva" e "Folia petropolitana" in qualità di redattore e traduttore.

Articoli correlati