A TAVOLAԑ PRIMO PIANOԑ TOSCANA

Sapori di Toscana: la panzanella, così fresca e semplice da preparare

La panzanella toscana è una ricetta conviviale, fresca, saporita e semplicissima: adatta per tutti, bambini compresi. Di fatto, è la dimostrazione di come pochi e semplici ingredienti possano dare vita a un piatto fantastico e incredibilmente invitante e goloso. Questa ricetta viene chiamata anche pansanella o panmollo, e consiste in una preparazione a base di pane raffermo e altri ingredienti, come pomodori, basilico e cipolla.

Se volete, potete arricchire la panzanella anche con altri ingredienti come tonno e olive nere denocciolate, ma vi assicuriamo che è già ottima e profumata nella sua versione base.

Il segreto di una buona panzanella è quello, innanzitutto, di condire separatamente gli ingredienti, per poi unirli, e servirla a temperatura ambiente, mai di frigorifero. In questo modo i prodotti di qualità in essa contenuti sprigionare tutti i loro sapori e profumi. Se non ci credete, come consiglia il portale primochef.it è quello di lasciarne un cucchiaio in frigorifero, dopo do che fate una prova assaggio di confronto.

panzanella

Ingredienti

400 g di pane casereccio raffermo possibilmente toscano
• 4 cucchiai di aceto di vino bianco
• 300 g di pomodori maturi
• 30 g di cipolla rossa
• 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
• 10 foglie di basilico
• sale q.b.
• pepe q.b.

Preparazione

  1. Cominciate sbucciando la cipolla rossa e tagliandola fettine sottili, poi mettetela in un contenitore colmo di acqua fredda per una decina di minuti.
  2. Nel frattempo, lavate i pomodori, tagliateli in quarti, ed eliminate la parte acquosa con i semi. Tagliate la polpa a pezzetti, non troppo piccoli, e versateli in una ciotola.
  3. Aggiungete la cipolla rossa scolata e asciugata e condite con due cucchiai di olio e le foglie di basilico spezzate con le mani, o intere se non sono molto grandi. Salate e pepate. Mischiate bene e lasciate insaporire. In un’altra ciotola versate dell’acqua e aggiungetevi l’aceto.
  4. Tagliate il pane prima a fette, quindi a dadini della dimensione di circa 2-3 centimetri. Lasciate la crosta: in una buona panzanella è importante che si senta sotto i denti la diversa consistenza di mollica e crosta.
  5. Mettete i dadini di pane in ammollo nell’acqua e aceto, e lasciateli così per un paio di minuti. Scolate il pane in uno scolapasta, quindi strizzatelo molto bene con le mani in modo da eliminare tutta l’acqua in eccesso. Rimettetelo nella ciotola dove è stato in ammollo e nel farlo sbriciolatelo con le mani.
  6. Conditelo con due cucchiai d’olio, pepe e un pizzico di sale. Mischiate bene. Aggiungete al pane i pomodori con la cipolla e il loro intingolo. Mischiate bene e lasciate insaporire per almeno trenta minuti, girando ogni tanto. Potete conservare in frigorifero, ma servite la panzanella sempre a temperatura ambiente. Buon appetito!

Piero Abrate

Tags

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati