CRONACHEԑ LIGURIAԑ TOP NEWS

Savona, un 17enne confessa ai carabinieri il lancio del cassonetto

Svolta decisiva per le indagini sul caso del cassonetto gettato dalla strada sovrastante la spiaggia di Bergeggi (Savona) nella notte tra venerdì e sabato, che ha procurato il ferimento di un ragazzino francese di 12 anni colpito al volto: reo confesso uno studente 17enne.

Secondo quanto ricostruito dalle pagine del Secolo XIX il minorenne si è presentato in caserma a Spotorno accompagnato dai genitori, che dinnanzi alla confessione del figlio sono rimasti attoniti. Secondo la ricostruzione il ragazzo era ubriaco e all’uscita dalla discoteca “La Kava”, doveva aveva trascorso una serata in compagnia di amici, in preda ai fumi dell’alcol ha preso il bidone e l’ha lanciato nel vuoto.

17enne confessa lancio cassonetto

Non sapevo ci fossero delle persone sotto”, questa la giustificazione del ragazzo durante l’interrogatorio dei carabinieri. Attraverso la confessione è stato possibile appurare che non si è trattata di un’azione contro il campeggio abusivo sulla spiaggia. Il 17enne è stato denunciato alla Procura dei minori con l’accusa di lesioni gravi.

Il ragazzino di 12 anni rimasto ferito, che stava trascorrendo una vacanza insieme ai familiari, è ricoverato in rianimazione all’ospedale pediatrico Gaslini di Genova per un trauma cranico.

Norbert Ciuccariello

Loading...

Articoli Correlati