• 26 Settembre 2022
  • DAL MONDO

Scambio di prigionieri tra Ucraina e Russia grazie all’intervento di Erdogan

Tra i rilasciati cinque comandanti delle truppe di Kiev e l'oligarca russo Viktor Medvedchuk

Questa notte un imponente scambio di prigionieri tra Russia e Ucraina ha avuto luogo in Turchia, grazie alla fondamentale intercessione del presidente turco Erdogan: 205 prigionieri ucraini e 10 stranieri sono stati rilasciati in cambio di 55 prigionieri russi. Secondo i media tra i prigionieri rilasciati ci sarebbero cinque comandanti delle truppe di Kiev che avevano difeso le acciaierie di Azovstal a Mariupol e l’oligarca russo Viktor Medvedchuk, leader del partito filorusso arrestato lo scorso 12 aprile.

Tra i dieci prigionieri stranieri che hanno combattuto a fianco degli ucraini e che sono stati liberati, grazie anche agli sforzi diplomatici del principe saudita Mohammed bin Salman, ci sarebbero soldati provenienti da Stati Uniti, Gran Bretagna, Marocco, Svezia e Croazia.

La soddisfazione di Kiev per la liberazione dei soldati ucraini

La notizia è stata confermata anche dal capo dell’ufficio del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Andriy Yermak, che ha confermato la notizia sottolineando come si sia trattato di un processo difficile ma che ha portato ad un risultato significativo. “Si tratta di soldati, guardie di frontiera, poliziotti, marinai, guardie nazionali, truppe delle forze territoriali, doganieri e civili. Tra loro ci sono ufficiali, comandanti, eroi dell’Ucraina, difensori dell’Azovstal e militari in stato di gravidanza“, ha specificato.

Yermak ha sottolineato come il buon esito della trattativa sia dovuto in maniera significativa “a tattiche corrette” utilizzate sul campo di guerra utilizzando “una posizione di forza, che include i risultati degli sforzi in prima linea delle forze armate“. “Lo scambio – ha poi concluso – è il risultato di accordi personali tra il presidente Zelensky e quello turco, Erdogan. I russi volevano ricattarci con le loro vite ma non gli permetteremo di farlo con nessuno“.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan

Usa e Gran Bretagna ringraziano Kiev e il principe ereditario saudita

La premier di Londra Liz Truss ha confermato da New York la notizia del rilascio dei 5 foreign fighter britannici, dicendosi “enormemente sollevata” e ringraziando il governo saudita. “Voglio esprimere la mia personale gratitudine al presidente Zelensky e al suo team e a Sua Altezza Reale il principe ereditario dell’Arabia Saudita” Mohammed bin Salman “e al suo team per la loro assistenza“, ha dichiarato il ministro degli Esteri, James Cleverly.

Anche gli Stati Uniti hanno ringraziato il presidente ucraino e il suo governo “per aver incluso due cittadini americani nello scambio” con la Russia, ha affermato il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Jake Sullivan. Ringraziamento poi esteso via Twitter anche al principe ereditario Mohammed bin Salman e al governo saudita per aver facilitato l’operazione. I due americani liberati sono il 39enne Alexander Drueke e il 27enne Andy Tai Ngoc Huynh, originari dell’Alabama, catturati a giugno mentre combattevano nell’est dell’Ucraina.

Borrell: “L’Ue sta valutando di emettere nuove sanzioni alla Russia

I ministri degli esteri dell’Unione europea, che si sono visti a margine dell’Assemblea generale dell’Onu a New York per parlare delle ultime decisioni di Putin, esamineranno nuove sanzioni alla Russia. Lo rende noto il capo della diplomazia dell’Ue, Josep Borrell, spiegando come ci sia l’intesa politica su nuove misure “individuali e settoriali“. Borrell ha detto anche che c’è l’accordo a continuare con gli aiuti militari a Kiev.

Nuovi bombardamenti russi su Zaporizhzhia

L’esercito russo ha bombardato in mattinata la città e la regione di Zaporizhzhia, area dove si trova la più grande centrale nucleare d’Europa. Lo ha riferito il capo dell’amministrazione militare regionale Oleksandr Starukh.”Il nemico ha colpito il centro regionale. Alcune zone sono rimaste senza elettricità. Sono in corso accertamenti su eventuali vittime e distruzioni“, ha affermato. 

Norbert Ciuccariello

Classe 1976, fondatore del quotidiano web nazionale il Valore Italiano e del quotidiano locale Torino Top News. Oltre a ricoprire l'incarico di editore e giornalista pubblicista è un imprenditore impegnato nel settore della moda e della contabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati