CRONACHEԑ LAZIO

Scavalca per entrare al rave e si recide l’arteria femorale

ROMA. Ha scavalcato un cancello per entrare ad un rave all’Università La Sapienza di Roma ma si è reciso l’arteria femorale ed morto in ospedale a Roma. La vittima è un 25enne, Francesco Ginese, che era ricoverato al Policlinico Umberto I dopo essere stato operato d’urgenza nel pomeriggio odi ieri ma le sue condizioni erano apparse subito molto gravi. Il tutto nell’ indifferenza di quanti, in viale della Minerva, hanno continuato a ballare fino a notte fonda, probabilmente senza neanche essersi accorti del rumore dell’ambulanza, che ha trasportato il ragazzo all’Umberto I.

Il giovane voleva partecipare alla Notte Bianca, il party abusivo organizzato tra le mura dell’università, evitando il pagamento del ticket per accedere alla “disco-Sapienza”.  Il “dolore” della Sapienza. «La Sapienza esprime profondo dolore per la morte assurda del ragazzo che si era gravemente ferito nella notte tra venerdì e sabato e manifesta solidarietà alla famiglia, così duramente colpita con la perdita di un figlio brillante e promettente. Si ringrazia tutto il personale del Policlinico universitario Umberto I per l’impegno profuso in queste ore con due difficili interventi chirurgici nel tentativo di salvare questa giovane vita». Così l’Università la Sapienza di Roma.

Articoli Correlati