SPORTԑ PRIMO PIANO

Sci, Paris dopo l’intervento: ero al top, ora guardo avanti… per tornarci

ORTISEI. “Mi sentivo bene, sciavo bene, mi divertivo tanto. Quando va tutto in positivo è facile andare veloci. Ora è successo questo e mi dispiace davvero, ma ormai non posso tornare indietro, devo pensare a guarire e poi spero di tornare presto a quel livello e di avere altre occasioni per puntare alla coppa”. A parlare è Dominik Paris, dalla clinica di Ortisei dove ieri è stato sottoposto alla ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, dopo l’infortunio occorsogli martedì durante un allenamento in superG a Kirchberg, a pochi chilometri da Kitzbuehel. Paris è stato operato dall’equipe composta da Andrea Panzeri, presidente della Commissione medica della Fisi, e dagli ortopedici della Sportklinik di Ortisei.

Il campione di Merano non nasconde l’amarezza per l’incidente che ha interrotto bruscamente una stagione d’oro. A rincuorarlo, i messaggi e le telefonate di tanti compagni, colleghi e rivali: “Tutti mi hanno scritto, anche le ragazze della squadra femminile, mi fa molto piacere. E’ bello che ognuno pensi a me in questo momento, anche se vorrei tanto essere in pista e non qui a letto – aggiunge il campione azzurro -. Domani tornerò a casa dove dovrò stare a riposo prima di cominciare con la fisioterapia, vedremo come va con i tempi ma al momento non posso fare previsioni, al momento purtroppo non ne ho idea. E’ un infortunio lungo”.

Nei prossimi giorni, Paris effettuerà ulteriori consulti con la Commissione medica Fisi. Se il decorso non avrà complicazioni, il campione della Val d’Ultimo tornerà sugli sci tra cinque o sei mesi.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati