DAL MONDOԑ TOP NEWS

Scontri in Irlanda del Nord, muore una giornalista di 29 anni

BELFAST. Una giornalista di 29 anni, Lyra McKee, è stata uccisa a Londonderry, in Irlanda del Nord, in quello che la polizia ha definito un “incidente terroristico”. McKee era dietro alle auto della polizia che stava facendo perquisizioni nelle aree di Mulroy Park e Galliagh a seguito degli scontri e sarebbe stata raggiunta da colpi d’arma da fuoco mentre sulle Land Rover degli agenti venivano lanciate bottiglie molotov.

Gli scontri con i dissidenti repubblicani sono scoppiati dopo alcuni raid della polizia in abitazioni nelle zone di Mulroy Park e Galliagh. La vittima, poco prima di essere uccisa aveva pubblicato un’immagine dei disordini nella città, scrivendo “Derry questa notte. Follia totale”.

La giornalista Leona O’Neill, testimone dell’omicidio, ha scritto su Twitter: “Ero in piedi accanto a questa giovane donna quando è caduta accanto a una Land Rover della polizia stasera. Ho chiamato un’ambulanza per lei, ma la polizia l’ha messa nella parte posteriore della propria Land Rover e l’ha portata all’ospedale dove è morta, a soli 29 anni. Ho il voltastomaco stanotte”.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati