CRONACHEԑ TOP NEWS

Sea Watch, il capitano ha deciso di entrare a Lampedusa

Il comandante della Sea Watch, Carola Rackete, ha deciso di forzare il blocco imposto dal governo italiano e di portare la nave battente bandiera olandese nel porto di Lampedusa. Era una decisione che in molti si aspettavano e non sono servite a nulla le parole espresse nei giorni scorsi dal ministro dell’Interno Matteo Salvini. Anche ieri il vicepremier, ospite della trasmissione Cartabianca, in onda su Rai3, sulla vicenda aveva affermato che: “In Italia non arrivano. Non mi faccio dettare leggi italiane dalla Ong tedesca su nave olandese“.

Poco dopo le 14:00 di oggi il capitano Rackete sul proprio profilo Twitter ha annunciato: “Ho deciso di entrare in porto a Lampedusa. So cosa rischio ma i 42 naufraghi a bordo sono allo stremo. Li porto in salvo“. Inoltre ha voluto evidenziare come: “in 14 giorni nessuna soluzione politica e giuridica sia stata possibile, l’Europa ci ha abbandonati. La nostra Comandante non ha scelta.

Questa mattina – aveva scritto in precedenza la Sea Watch – abbiamo comunicato ai naufraghi la decisone della Corte di rigettare il ricorso. Sono disperati. Si sentono abbandonati. Ci hanno detto che la vivono come una negazione, da parte dell’Europa, dei loro diritti umani“.

Proprio ieri la Corte europea dei diritti dell’uomo aveva respinto il ricorso presentato dalla comandante e dai 42 migranti a bordo, che chiedevano lo sbarco in Italia. Ed il vicepremier Salvini aveva commentato: “Confermata la scelta di ordine, buon senso, legalità e giustizia dell’Italia: porti chiusi ai trafficanti di esseri umani e ai loro complici“.

sea watch lampedusa
Sea Watch 3 (Twitter @seawatchitaly)

A questo punto dopo che il comandante ha deciso di fare rotta verso il porto di Lampedusa, andrà incontro alle sanzioni previste dal decreto sicurezza bis: multe fino a 50mila euro e confisca dell’imbarcazione. È prevedibile che Salvini commini il massimo della multa, ieri ai microfoni di Bianca Berlinguer aveva a più riprese ribadito come la Sea Watch avrebbe potuto far sbarcare i migranti in Tunisia. Inoltre la definisce una “nave fuorilegge, è la terza volta che fa questo giochino sulla pelle di esseri umani. In 13 giorni sarebbero arrivati in Olanda due volte, visto che è una nave olandese…“.

Norbert Ciuccariello

Loading...

Articoli Correlati