CRONACHEԑ TOP NEWS

Simon Gautier, l’autopsia conferma: è morto per choc emorragico

Simon Gautier, il turista francese di 27 anni morto durante un’escursione sui monti del Cilento, sarebbe deceduto in seguito ad uno choc emorragico provocato dalla rottura dell’arteria femorale. Questo è quanto emerso dall’esame autoptico sul corpo del giovane francese eseguito nell’ospedale di Sapri, in provincia di Salerno.

Sono state riscontrate fratture esposte e composte ad entrambi gli arti inferiori ed il laceramento di tessuti. L’emorragia avrebbe avuto origine dalla gamba sinistra che presentava rotture dei principali vasi. Gautier, dal momento della caduta, sarebbe rimasto in vita al massimo per 45 minuti. Simon è deceduto subito dopo essere precipitato e aver chiesto aiuto dando l’allarme ai carabinieri.

Intanto è stata aperta un’inchiesta è stata aperta da parte della Procura di Vallo della Lucania (Salerno) in relazione alla morte dell’escursionista.  Secondo quanto si è appreso, l’indagine, in particolare, intende accertare eventuali responsabilità su presunti ritardi nell’avvio dei soccorsi. Il corpo, confermano gli inquirenti, era in avanzatissimo stato di decomposizione: un particolare che confermerebbe il fatto che Simon sia morto poco dopo la caduta.

simon gautier autopsia

Gli inquirenti hanno ribadito che non c’è stato alcun ritardo nei soccorsi, in quanto sin da subito era stata individuata l’area dove è stato ritrovato il corpo senza vita di Simon. I carabinieri hanno sottolineato che il ritrovamento è stato complicato per la presenza del dirupo e perché si trattava di una zona molto impervia. 

In merito alla questione il 118 ha denunciato la situazione di arretratezza dell’Italia per quanto concerne i servizi di geolocalizzazione durante i soccorsi: “Questa vicenda rende palese l’insostenibile fatto che in Italia le Centrali Operative 118 siano ancora prive del sistema di geolocalizzazione delle chiamate d’emergenza, pur previsto dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 2009“.

Articoli Correlati