• 24 Settembre 2021
  • TECH

Smart working: gli strumenti indispensabili per chi lavora da remoto

Se fino a qualche tempo fa in molti nemmeno sapevano cosa fosse, negli ultimi due anni lo smart working ha conosciuto un vero e proprio boom anche in Italia. Le nuove modalità di lavoro agile sono state infatti incentivate dalla pandemia e dalle relative restrizioni che hanno visto tantissime aziende costrette a rivedere l’organizzazione e la gestione del personale. Per i dipendenti, lo smart working ha rappresentato un problema almeno nel primissimo periodo ma con il passare del tempo si è rivelato una vera e propria risorsa.

Questo perchè era necessario dotarsi di tutti gli strumenti ed i software utili per lavorare da casa senza avvertire il peso della distanza. Vediamo allora quali sono i programmi e le applicazioni che oggi più che mai risultano indispensabili per chi lavora da remoto.

Software per videoconferenze: Google Meet e Zoom

Per lavorare in smart working e potersi confrontare con i colleghi o con i superiori è innanzitutto necessario disporre di un software che permetta di effettuare videoconferenze. La video call è infatti andata sostituendosi, negli ultimi anni, alla classica riunione di lavoro in presenza, visto che per molti mesi non era possibile incontrarsi di persona per via delle restrizioni.

Se però ad inizio pandemia questo era vissuto da alcuni come un limite, i vantaggi delle videoconferenze sono emersi molto presto ed oggi sono tutti concordi nel sostenere che si tratta di un bel passo in avanti. I software più famosi ed utilizzati per le video call aziendali sono Google Meet e Zoom, ma ne esistono molti altri ed ogni impresa adotta quello che risponde al meglio alle proprie necessità.

smart working
Smart working da casa (Pexels)

Software per la firma elettronica: Yousign

Un altro software che risulta indispensabile per automatizzare alcuni processi aziendali ai tempi dello smart working è Yousign, per la firma elettronica. Dai contratti di vendita alle partnership a distanza, senza un software cloud come questo sarebbe impossibile riuscire a concludere le trattative in corso da remoto.

Grazie alla firma elettronica è infatti possibile inviare i documenti in formato digitale e farli sottoscrivere in modo semplice ed immediato dai clienti, fornitori, partner ma anche dagli stessi dipendenti che operano in smart working. Non solo: questo è un software completo che consente di archiviare tutta la documentazione nell’ottica di una digitalizzazione che oggi sta investendo la maggior parte delle aziende.

Programmi per lavorare in team da remoto: Google Drive

Un altro programma che risulta indispensabile per tutti coloro che lavorano in smart working e hanno bisogno di collaborare con il team da remoto è Google Drive. Grazie a questa suite infatti è possibile condividere documenti, renderli modificabili da tutti i membri del gruppo di lavoro, inserire commeti su relazioni di altri e via dicendo.

Un altro software disponibile anche sotto forma di applicazione per smartphone molto utile per gli smart workers è Trello, che consente di organizzare il lavoro in modo ottimale condividendo con il team scadenze, appuntamenti, to-do list, progetti e documenti. Si tratta in sostanza di uno strumento di project manager che vale la pena avere a disposizione.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati