• Senza categoria

Tensione tra Usa e Iran, Trump: “Ho annullato un raid 10 minuti prima”

Continuano le scintille tra Usa e Iran, a confermarlo Donald Trump che attraverso un tweet confida di aver ritirato l’ordine di attaccare il Paese dieci minuti prima che accaddesse : “La scorsa notte eravamo pronti a colpire tre diversi siti quando ho chiesto quante persone sarebbero morte. 150 persone è stata la risposta di un generale“, ha spiegato Trump su Twitter, sottolineando che per questo motivo “dieci minuti prima che partissero i bombardamenti li ho fermati, non erano proporzionati all’abbattimento di un drone senza pilota“.

Non ho fretta – ha aggiunto il Presidente degli Stati Uniti – siamo pronti ad agire. Le sanzioni stanno colpendo e altre ne abbiamo aggiunte la scorsa notte. L’Iran non avrà mai un’arma nucleare, non contro gli Usa e non contro il mondo!“.

tensione usa iran Tump
Il Presidente Usa Donald J. Trump

Secondo quanto emerso l’attacco sarebbe dovuto avvenire prima del tramonto di venerdì in Iran per minimizzare il rischio di mortalità per i civili nei dintorni. Ma all’interno della Casa Bianca ci sarebbero state delle forti divergenze in quanto secondo alcune indiscrezioni non confermate il segretario di stato Mike Pompeo, il consigliere alla sicurezza nazionale John Bolton e il direttore della Cia Gian Haspel si sarebbero pronunciati a favore di un attacco. Mentre i funzionari del Pentagono sarebbero stati contrari perché preoccupati di creare una situazione di forte pericolo per i militari statunitensi presenti sul territorio.

Precauzionalmente le grandi compagnie aeree mondiali hanno deciso di modificare le proprie rotte. Lufthansa, British Airways, Klm e Qantas hanno annunciato che i loro aerei non sorvoleranno lo stretto di Hormuz ed il Golfo dell’Oman. Anche Alitalia ha deciso di modificare la rotta dell’unico volo che sorvolava lo Stretto di Hormuz e il Golfo dell’Oman. Fonti della compagnia fanno sapere che è stata cambiata la rotta sulla Roma-Delhi, senza modificare però l’orario e la durata del volo.

Il video dell’abbattimento del drone statunitense (Youtube)

Per quanto riguarda l’azione di abbattimento del drone americano, l’ambasciatore iraniano alle Nazioni Unite, Majid Takht-e Ravanchi, ha redatto ed inviato una lettera al segretario generale dell’Onu Antonio Guterres nel quale ha descritto l’accaduto: “Il drone americano abbattuto ieri dall’Iran ha ricevuto ripetuti avvertimenti radio di non entrare nello spazio aereo di Teheran”. L’ambasciatore ha inoltre ribadito che il velivolo era “impegnato in una chiara operazione di spionaggio“.

Norbert Ciuccariello

Tags

Articoli correlati