CRONACHEԑ PIEMONTEԑ PRIMO PIANO

Torino, nella giornata della memoria compaiono nuove scritte antisemite

In Piemonte si registra il secondo fatto grave di antisemitismo: dopo le scritte apparse a Mondovì, sulla porta di casa di Aldo Rolfi nella notte tra giovedì e venerdì scorso, anche a Torino si è verificato un atto simile. Questa volta la scritta antisemita è apparsa sul muro del pianerottolo in un palazzo di corso Casale, dove vive una donna, la signora Maria, di origine ebraiche e figlia di una staffetta partigiana.

Una volta scoperta la scritta “Crepa sporca ebrea”, la signora ultra settantenne ha deciso di recarsi in Questura per denunciare il fatto. Ai poliziotti ha dichiarato: “Stavo uscendo per fare due passi, quando ho visto quella scritta sul muro del palazzo“, queste le prime parole della donna che poi ha aggiunto “Non ho mai fatto mistero delle mie origini, non ne ho mai visto il motivo“. Inoltre secondo quanto emerso non si tratterebbe del primo caso similie. Sull’episodio sono in corso le indagini della Digos.

Norbert Ciuccariello

Articoli Correlati