CULTURAԑ VENETO

Un giro di giostra tra manifesti e giochi in mostra a Rovigo

ROVIGO. Ricordi che si riaccendono grazie a un viaggio multisensoriale tra dipinti, manifesti, antichi giocattoli, e un’installazione contemporanea. L’allegria e la spensieratezza dell’infanzia si fanno largo nella mostra “Giostre! Storie, immagini, giochi”, ospitata fino al 30 giugno 2019 a Palazzo Roverella. Il tempo è riattraversato negli scatti di Gabriele Basilico, Henri Cartier-Bresson, Robert Doisneau, Eliot Erwitt, Luigi Ghirri, Paolo Gioli, David Seymour, ma anche nei modellini, e nei giocattoli ispirati alle attrazioni del luna park. La scelta dei dipinti, curata da Mario Finazzi, rimanda ai Girovaghi del ferrarese Alberto Pisa (1905), a un Campigli del 1958, alla scena livornese rarefatta di Alberto Zampieri, ai più recenti Carousel di Paolo Ventura (2014) e “La Giostra di Nina” di Valerio Berruti (2018).

Ferdinando Scianna, Feria, Sevilla, Spagna, 1985, sm 30×40, Magnum Photos, Paris

Curata da Roberta Valtorta, l’esposizione è visitabile proprio a Rovigo per un motivo preciso, in quanto nel vicino comune di Bergantino si trova il Museo storico della giostra e dello Spettacolo popolare, che dal 1999 illustra una vera eccellenza italiana, l’antica abilità degli artigiani del paese a costruire giostre e a esportarle in tutto il mondo. E alcuni pezzi in mostra a Palazzo Rovella arrivano da qui, come l’organetto a manovella di fine Ottocento, ad esempio. Il passato fa capolino attraverso le giostre classiche, per giungere agli attuali parchi giochi ipertecnologici. I giostrai di un tempo hanno aperto aziende dove oggi i dipendenti sono ingegneri, tecnici, e specialisti richiesti in tutto il mondo.

Le immagini sono tratte dal sito di Palazzo Rovella


   

Loading...
Tags

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati