SPORTԑ TOP NEWS

Un’immensa Quadarella conquista l’argento negli 800 stile libero

Continuano a suon di medaglie le prestazioni straordinarie della Nazionale italiana di nuoto ai campionati mondiali di Gwangju. Protagonista indiscussa di questa rassegna iridata è senza ombra di Simona Quadarella, insieme all’infinita Federica Pellegrini, che dopo l’oro nei 1500 stile libero, sfiora l’impresa negli 800 sl aggiudicandosi uno straordinario argento.

La nuotatrice romana termina la gara in 8’14″99 (2’01″33, 4’05″38, 6’10″15) a 1’41” dalla statunitense Katie Ledecky, che ha chiuso la gara in 8’13″58 (2’00″19, 4’04″90, 6’10″99). L’azzurra ha tenuto testa ad una delle atlete più forti del pianeta, vincitrice di 5 ori olimpici in 2 edizioni, e 6 ori mondiali in 4 competizioni iridate, attaccando senza senza alcun timore l’avversaria e tenendo la testa della gara dai 450 fino ai 750 metri. Una grande prova di forza dell’americana negli ultimi 50 metri ha fatto la differenza.

Da sinistra: Simona Quadarella, Katie Ledecky e Ariarne Titmus.

Il raggiungimento del secondo posto mondiale rappresenta di per se stesso un risultato straordinario per la tesserata delle Fiamme Rosse e del Circolo Canottieri Aniene, inoltre si aggiunge che superato il precedente record italiano, appartenente sempre a Simona, di 1’46”: il precedente tempo di 8’16″45 era stato nuotato per il titolo continentale di Glasgow conquistato lo scorso anno. Mentre al terzo posto, vincitrice del bronzo, è giunta la 18enne australiana Ariarne Titmus in 8’15″70.

Fosse stato un altro tipo di gara mi sarei accontentata di più. Avere assaporato l’oro in questo modo e non essere riuscita a prenderlo lascia amarezza, diciamo che ci ho creduto tantissimo – racconta l’azzurra allenata da Christian MinottiC’è un po’ di rammarico per il risultato, ma non per la prestazione. Ho dato l’anima. Ho dato tutto. Non ne avevo più. Siamo al top. Mi sembra assurdo di aver tenuto testa ad un’atleta del genere. Magari non era al massimo della forma. Però essere stata lì, davanti, è stato emozionante. Pensavo fosse imbattibile, invece no. Qui ho avuto la consapevolezza che posso batterla e mi deve aiutare la prossima stagione per arrivare alle Olimpiadi credendoci ancora di più“. 

quadarella argento 800
Simona Quadarella a fianco di Virginia Raggi, sindaca di Roma. (Twitter @virginiaraggi)

Per l’azzurra sono arrivati anche i complimenti dalla sindaca di Roma Virginia Raggi, attraverso un Tweet: ” Argento per Simona Quadarella negli 800 stile. Orgoglio di Roma ai Mondiali di Nuoto a Gwangju 2019

Carlo Saccomando

Articoli Correlati