CULTURAԑ PRIMO PIANOԑ TOSCANA

Villa Puccini: riapre al pubblico il museo con nuovi spazi espositivi

TORRE DEL LAGO (LUCCA). Discendente da un’antica famiglia di musicisti, Giacomo Puccini, nato a Lucca nel 1858, visse 20 anni nella villa a Torre del Lago, oggi museo, dove fu sepolto. Qui, luogo su cui scrisse “Torre del Lago, Gaudio supremo, paradiso, eden empireo, turris eburnea, vas spirituale, reggia…. abitanti 120, 12 case…”, sono stati aperti al pubblico nuovi spazi espositivi, in seguito al restauro che ha permesso d’inaugurare il primo piano della dimora, con vista sul lago di Massaciuccoli. Sono stati risistemati il tetto, le decorazioni murarie, e gli arredi in questa dimora che oggi appartiene alla Fondazione Simonetta Puccini per Giacomo Puccini. Inoltre, sono previsti ulteriori interventi di allestimento e ripristino della villa-museo, al fine di rendere accessibili tutti i vani.

villa puccini

Si potranno in questo modo ammirare, oltre alla camera da letto del maestro italiano, lo studio, una camera per gli ospiti, una stanza lavabo, un salottino, e la “stanza airone”, la camera da letto del figlio Antonio, in cui sono conservati mobili e oggetti provenienti dalla casa natale di Lucca del compositore. «Aprire il primo piano, entrare nell’intimità del maestro, vedere gli spazi che abitava e che hanno fatto da cornice alla sua musica è una grande opportunità. Si amplia così l’offerta culturale di Viareggio e la Villa Puccini entra di diritto nel circuito museale della città», ha dichiarato l’assessore alla cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei.

villa puccini

A terminare i lavori, infine, ci sarà il completamento del Polo Pucciniano, che sorgerà nell’edificio confinante con la villa, un tempo adibito ad albergo, e quindi acquistato da Simonetta Puccini per realizzare un archivio, una biblioteca, un auditorium, una sala multifunzionale per mostre, uffici e locali di servizio per il museo, oltre a una foresteria con camere per gli ospiti. Ricordiamo che già nel 2012 furono eseguiti importanti restauri, tra cui il ripristino della facciata, riportata all’antico colore.

villa puccini

Giacomo Puccini giunse a Torre del Lago nel 1891, e questo posto gli fu d’ispirazione per comporre gran parte delle sue opere, tra cui La Bohème, Tosca, Madama Butterfly, La Fanciulla del West, La Rondine, e il Trittico.
All’interno del museo sono stati conservati lo studio con il pianoforte, i ritratti del compositore in varie epoche della sua vita, la maschera funebre proveniente da Bruxelles dove il musicista si spense nel 1924, la stanza della caccia con i fucili ed i trofei venatori, e la veranda con i quadri degli amici pittori macchiaioli. Nella Cappella sono custodite le spoglie mortali di Giacomo Puccini.

Informazioni per visitare Villa Puccini al seguente link

Simona Cocola

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati