ATTUALITA'ԑ TOP NEWS

Viminale, 272 persone positive al Coronavirus rischiano il carcere

Sono complessivamente 272 le persone positive al Coronavirus fermate durante i controlli da parte delle forze dell’ordine dal 26 al 30 marzo che sono denunciate per aver violato la quarantena. Nonostante violare la quarantena implichi una denuncia per “procurata pandemia colposa“, reato che va da 1 a 4 anni di carcere, c’è chi pensa ancora di poter andare normalmente a fare la spesa al supermercato, a portare a spasso il cane o addirittura a correre nonostante abbia contratto il virus.

I dati sono stati diffusi dal Viminale, dal quale però si evince una netta inversione di tendenza: se il 26 marzo le denunce per “procurata pandemia” erano state ben 129, il numero massimo registrato sino ad oggi, dal 27 al 30 marzo si è registrata una netta inversione di tendenza che ha portato fino alle sole 15 denunce registrate ieri.

272 persone positive Coronavirus carcere

Mentre si evidenzia, al contrario, un trend sempre più in crescita per quanto riguarda il numero di persone denunciate per inosservanza dei provvedimenti amministrativi : il 30 marzo su 222.450 persone controllate 6.348 sono state denunciate per inosservanza degli ordini dell’autorità e 94 per false dichiarazioni.

Le sanzioni scattate il 26 marzo, all’indomani dell’entrata in vigore del decreto, prevedono multe fino a 3mila euro. A partire proprio dal 26 marzo il dato è salito vertiginosamente: dai 1.500 denunciati del primo giorno si è giunti al picco del 29 marzo pari a 6.632 denunce. Dati che evidenziano come molti irresponsabili non abbiano ancora compreso la gravità dell’epidemia che sta mettendo a dura prova il nostro sistema sanitario.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati