• 9 Dicembre 2021
  • A TAVOLA

Zucca: proprietà, benefici e varietà italiane

La zucca è un ortaggio del periodo autunnale ed è tipico della cucina italiana sia al Nord che al Sud. Ipocalorica, è adatta per chi ama restare in forma o chi desidera perdere peso. È ricca di antiossidanti e si rivela un’ottima alleata del sistema immunitario.

È stata importata nella nostra Penisola da Cristoforo Colombo che la scoprì durante il suo viaggio in Centro America. Da allora ha trovato grande fortuna in tutto il territorio perché è stata in grado di adattarsi ai climi più diversi. Per questo ce ne sono di varietà differenti nel gusto e nella forma.

I valori nutrizionali

In primis è doveroso specificare che si tratta di un frutto, in quanto cresce dai fiori e contiene dei semi. Ha uno scarso apporto calorico: per ogni 100 grammi ci sono solamente 18 calorie. I grassi e le proteine sono praticamente nulle, i carboidrati costituiscono il 3,5% del totale e gli zuccheri appena il 2,5%.

Proprietà e benefici per la salute

zucca
Zucca lardaia, tipica del fiorentino (Pixabay)

La zucca è un alimento ricco di vitamine A, C ed E. La presenza di folati contribuisce, poi, a rafforzare il sistema immunitario. È indicata anche per mantenere la buona salute degli occhi e della pelle. Ricca di antiossidanti, aiuta nel prevenire il rischio di tumori e di malattie cardiovascolari.

Le varie tipologie di zucca nel territorio italiano

Il tipo di zucca più diffusa in Italia, nonché la più famosa, è la mantovana. La si conosce anche con il nome di “cappello del prete”, per la sua forma. La buccia è rugosa, di color grigio-verde, mentre la polpa è arancione e croccante. Un’altra tipologia molto famosa è quella di Napoli. La sua forma è allungata, la buccia verde-scura e la polpa, arancione, è compatta e priva di semi.

Tra i prodotti più richiesti nel mercato a Km 0 c’è la lardaia, zucca tipica di Firenze e delle zone del Valdarno. Sia la polpa che la buccia sono di color arancione e viene spesso associata alla festa di Halloween. Nella gastronomia piemontese è tipica quella di Castelluzzo Bormida, borgo in provincia di Alessandria. La sua buccia ha un colore verde scuro, mentre la polpa è gialla-arancione.

In Veneto c’è la varietà chiamata Marina di Chioggia, molto farinosa e poco consistente. La sua forma è tondeggiante, rugosa al tatto e di color verde-scuro.

Manuela Pilloni

Laureata in Nuove Tecnologie dell'Arte, Teatro Fisico e Digital Marketing. Da sempre interessata alla comunicazione in ogni sua sfaccettatura, lavoro come Web Content Editor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati