SPORTVIDEO

A 59 anni il campo è ancora suo: buon compleanno Pibe de Oro

«Diego era capace di cose che nessuno avrebbe potuto eguagliare. Le cose che io potrei fare con un pallone, lui potrebbe farle con un’arancia». A parlare in questo modo è stato il grande Michel Platini, mentre critici, giocatori, e appassionati di calcio sono unanimi nell’affermare che è stato uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi, per molti il migliore. Quel pallone Diego Armando Maradona Franco lo ha conosciuto presto, e presto è diventato il suo migliore amico. Nato il 30 ottobre 1960 a Buenos Aires, a 16 anni, Maradona, debutta nella Nazionale argentina di calcio, vincitrice del Mondiale nel 1986. I suoi dieci anni prodigiosi iniziano nella squadra giovanile dell’Argentinos Juniors, e presto si affaccia alla ribalta internazionale, diventando per tutti “El Pibe de Oro” (Il ragazzo d’oro).

Maradona Mano de Dios, Mondiale 1986
Maradona ricordato come “Mano de Dios” per il gol passato alla storia in un’immagine che ha fatto il giro del mondo: la rete segnata di mano, quindi irregolarmente, nel Mondiale del 1986 durante la partita Argentina-Inghilterra

Accolto da 80mila persone allo stadio San Paolo di Napoli nel 1984, subito insignito della maglia numero 10 azzurro ha fatto battere i cuori partenopei fino al 1991, quando risulta positivo alla cocaina durante un controllo antidoping. Pallone d’oro alla carriera, condivide con Pelé il premio ufficiale Fifa come Miglior giocatore del XX secolo. Nel 2012 è stato premiato come Miglior Calciatore del Secolo ai Globe Soccer Awards, e nel 2014 è entrato a far parte della Hall of Fame del calcio italiano tra i giocatori stranieri. Eccentrico e dalla vita burrascosa, Maradona ha giocato in carriera tra squadre di club, Nazionale argentina, e Nazionale under-20 un totale di 703 partite, mettendo a segno 359 reti. Oggi allena il Gimnasia La Plata, società calcistica con sede a La Plata, in Argentina, che proprio questa notte, conquistando una vittoria schiacciante in trasferta, gli ha regalato un successo per 0-4 contro il Newell’s Old Boys, ex squadra in cui il campione ha giocato nella stagione ’93-’94.

Articoli Correlati