• 9 Dicembre 2021
  • SPORT

Atp Finals, Berrettini alza bandiera bianca. Stasera l’esordio di Sinner

Si conclude nel peggiore dei modi l’avventura di Matteo Berrettini alle Atp Finals: questo pomeriggio il numero 6 della classifica mondiale ha annunciato il ritiro. Il tennista italiano ha cercato in tutti i modi di recuperare in vista dell’incontro di stasera che lo avrebbe visto affrontare Hubert Hurkacz nel secondo incontro del gruppo rosso.

Il problema agli addominali laterali che lo aveva costretto al ritiro nel match d’esordio contro Medvedev (il russo oggi ha conquistato la seconda vittoria) si è riacutizzato dopo l’allenamento di questa mattina al PalaAlpitur. L’azzurro, suo malgrado, dovuto alzare bandiera bianca e ritirarsi dal torneo.

L’unica nota positiva di questa triste vicenda sportiva è che al suo posto subentrerà l’enfant prodige del tennis azzurro Jannik Sinner, prima riserva del torneo. Il 20enne altoatesino esordirà alle 21 contro il polacco, attuale numero 9 al mondo.

Matteo Berrettini
Matteo Berrettini (Instagram)

Berrettini: “Mi sento derubato di quanto conquistato in anni di sacrifici”

E pensare che solo due settimane fa Berrettini aveva espresso la massima soddisfazione per aver centrato, per la seconda volta in carriera, la qualificazione a un evento così importante. In particolar modo perché la competizione si gioca in Italia, tra le mura amiche della città di Torino.

Alle 17 circa il 25enne romano su Instagram ha pubblicato un post nel quale emerge, in maniera palese, la grande delusione per quanto accaduto: “Le mie finals finiscono qui, sono distrutto, mai avrei pensato di dover rinunciare all’evento tennistico più importante mai tenutosi in Italia in questo modo. La verità – spiega Berrettini – è che per quanto io avessi voluto giocare davanti a voi ancora una volta, ho sentito e quindi deciso che il mio corpo non è pronto ad affrontare le sfide che ho davanti”.

Dire che sono triste non renderebbe giustizia allo stato d’animo in cui sono, mi sento derubato di qualcosa che ho conquistato con anni di sforzi e sudore. Non è stata una decisione facile, ma sono convinto che sia la migliore per me e per la mia carriera. – Infine dedica un ringraziamento speciale a tutte le persone che lo hanno sostenuto in questo momento complicato – Grazie del vostro continuo sostegno e delle migliaia di messaggi che mi avete mandato, mi avete emozionato“.

Jannik Sinner

Problemi anche per Tsitsipas

Fabio Berrettini potrebbe non essere l’unico a dover abbandonare le Finals anzitempo: tornano i rumors sulle condizioni precarie di Stefanos Tsitsipas. Nella prima gara contro Rublev è sembrato decisamente sottotono e non ha voluto rilasciare alcun commento sui possibili problemi ad un gomito. Per di più quest’oggi si è fermato in allenamento dopo appena qualche minuto. I presenti hanno raccontato di aver assistito ad alcune smorfie di dolore, soprattutto nei colpi di rovescio, che non facevano presagire nulla di buono.

Tags

Carlo Saccomando

Classe 1981, giornalista pubblicista. Poco dopo gli studi ha intrapreso la carriera teatrale partecipando a spettacoli diretti da registi di caratura internazionale come Gian Carlo Menotti, fondatore del "Festival dei Due Mondi" di Spoleto, Lucio Dalla, Renzo Sicco e Michał Znaniecki. Da sempre appassionato di sport lo racconta con passione e un pizzico di ironia. Attualmente dirige il quotidiano "Il Valore Italiano".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati