• 20 Ottobre 2021
  • SPORT

Belgio-Francia in Nations League: Deschamps compie l’impresa, rimonta da brividi

Spettacolo doveva essere e spettacolo è stato, ad andare in finale è la Francia di Didier Deschamps che compie una rimonta eccezionale dal 2-0 del Belgio del Ct Roberto Martinez a fine primo tempo, al 2-3 finale firmato Theo Hernandez.

La partita all’inizio la fa solo il Belgio, i transalpini pur infarciti di campioni di livello assoluto, mostrano quelle crepe che qualche mese fa li avevano estromessi da Euro 2020 per mano della Svizzera.

Sale in cattedra il centrocampo belga che costringe la Francia sulla difensiva

Sembrava la sera della consacrazione per Hazard e compagni: al 3’ Lukaku serve De Bruyne che in semivolè mette all’angolino, Loris si supera e smanaccia in angolo.

Nella fase centrale del primo tempo il Belgio viene fuori in palleggio elegante, e così al minuto ’30 passa meritatamente in vantaggio: capitan De Bruyne serve con un bellissimo esterno Carrasco che si accentra dalla sinistra, salta Pavard, entra in area e fulmina Loris sul suo palo.

La Francia accusa il colpo e soprattutto in difesa inizia a sbandare spaventosamente, l’impressione è che gli uomini di Deschamps siano un po’ sorpresi dal sontuoso palleggio belga, fatti di tocchi di prima tra Tielemans, Eden Hazard e soprattutto De Bruyne vero cervello della mediana dei diavoli rossi.

Il raddoppio infatti è nell’aria, troppo statici e frastornati i Campioni del Mondo e così Big Rom, in arte Romelu Lukaku servito ancora una volta dal capitano, lascia passare la palla con una finta, si invola sulla destra e spara un missile di destro che sorprende Loris. Primo tempo stellare in generale, il Belgio sembrava per lunghi tratti l’unica squadra in campo.

Belgio-Francia
Belgio-Francia / in primo piano gli autori dei primi due gol francesi: Benzema e Mbappè (Twitter)

Nella ripresa i Campioni del Mondo, entrano in campo con tutto un altro spirito

Le accelerazioni di Mbappé, gli scambi uno-due con Benzema e Griezmann fanno perdere certezza al Belgio, che di fatto esce dalla partita. Al ’57 il numero 10 del Psg slalomeggia sulla destra e mette un pallone solo da spingere in porta, ma l’attaccante dell’Atletico s’incespica e mette a lato.

Sono le prove generali del goal che arriva 5 minuti dopo: sempre Mbappé sulla destra che con una doppia finta elude il difensore e serve nel cuore dell’area di rigore belga Benzemà di spalle, l’attaccante del Real, si gira su sé stesso e beffa Cortoios disteso in tuffo.

Ora la Francia vola sulle ali dell’entusiasmo e si getta in avanti con tutti i suoi effettivi. È Griezmann al ‘68 a guadagnarsi il rigore (dopo revisione al Var) con il quale Mbappé con un tiro fortissimo all’incrocio pareggia i conti 2 a 2.

Il Belgio prova a rialzarsi e grazie anche alla girandola dei cambi, riesce a mettere davvero paura alla Francia. Lukaku al ’89 firma il 3-2 annullato per fuorigioco millimetrico. La Francia non ci sta e prima con Pogba, trova un incrocio su punizione poi con Theo Hernandez infila il 2-3 definitivo, il tiro del giocatore milanista è un classico del suo repertorio in Serie A: stop dal limite e tiro potente all’angolino su cui Cortois non può far altro che sfiorare.

Le dichiarazioni a fine gara del Ct Deschamps

Sono orgoglioso di quello che hanno fatto i miei ragazzi, vincere una partita dopo essere andati negli spogliatoi sotto due a zero contro un grande Belgio, significa che la squadra c’è e ha avuto una reazione importante. Poi vincere con una rete di Theo Hernandez alla sua seconda convocazione mi fa molto piacere”.

Per la Francia domenica sera finale contro la Spagna a San Siro, per il Belgio la sfida sempre qui all’Allianz Stadium di domenica pomeriggio di Torino contro gli Azzurri, che oggi hanno raggiunto Coverciano proprio per preparare al meglio la sfida contro Lukaku e compagni.

Carlo Buonerba

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati