SPORT

Boxe, Rigoldi batte Settoul e mantiene il titolo europeo supergallo

Il pugile 26enne vicentino, ieri sera a Brescia, ha trionfato ai punti contro il francese Antony Settoul e ha conservato la cintura europea.

Ieri sera, sul ring del Centro Sportivo San Filippo di Brescia, Luca Rigoldi è riuscito a vincere nell’incontro per il titolo europeo dei pesi supergallo che lo ha visto scontrarsi il francese Antony Settoul. Sono state necessarie tutte e dodici le riprese previste, nelle quali il vicentino è riuscito ad avere la meglio ai punti. A fine gara il verdetto dei giudici è stato unanime a favore del pugile italiano: 120-108, 120-108 e 119-109.

luca rigoni
Antony Settoul prende sulle spalle Luca Rigoldi. (Facebook Luca Rigoldi)

Uno spot positivo per tutto il movimento lo ha dato il boxeur francese, che prima della proclamazione del verdetto ha sollevato sulle proprie spalle l’avversario, ammettendone la superiorità nel match appena concluso. Un gesto di grande sportività che dovrebbe far riflettere molti atleti impegnati in sport dalla maggiore diffusione mediatica e che sicuramente ispirerà i giovani che vogliono approcciare a questa disciplina, erroneamente considerata da alcuni come cruenta.

luca rigoldi
Luca Rigoldi proclamato vincitore dell’incontro. (Facebook Luca Rigoldi)

Dopo questa ennesima vittoria, il 26enne nato a Caldogno, stesso paese che diede i natali al più illustre “Divin CodinoRoberto Baggio, ritocca il proprio record personale con 20 vittorie, di cui 8 per k.o. , 1 pareggio e 1 sconfitta.

luca rigoldi
Luca Rigoldi (Facebook)

AI microfoni di RaiSport, dopo il match, Luca ha dichiarato: “L’avversario di oggi era totalmente diverso rispetto a Parodi, il ritmo era più lento: abbiamo dovuto adottare una strategia differente rispetto a quella di novembre, era una difesa volontaria ma avevo comunque di fronte un avversario ostico e impegnativo. Il titolo europeo è unico ed è stato bello vincere in Italia, di fronte a questo pubblico. I Mondiali sono tanti, l’Europeo è invece unico e per me è un orgoglio essere l’unico Campione d’Europa in carica. Magari in futuro ci saranno altre possibilità che valuterò con il mio manager e il mio maestro, vedremo”.

Tags

Articoli Correlati