SPETTACOLIԑ PRIMO PIANO

È morta l’attrice Lucia Bosé, musa di Viconti e Miss Italia nel ’47

È morta all’età di 89 anni l’attrice Lucia Bosé, madre del cantante Miguel Bosé. Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo El Pais la donna soffriva già di diverse patologie, fatale è stata una polmonite. A confermare la scomparsa della madre è stato il figlio Miguel attraverso un breve messaggio postato sui social: “Cari amici … Vi informo che mia madre Lucía Bosé è appena morta. Si trova già in un posto migliore“.

La carriera di Lucia Bosé, alla anagrafe Lucia Borloni, iniziò grazie al fortuito incontro con il regista Luchino Visconti che la scoprì dentro una pasticceria di Milano, nel quale faceva la commessa. Il primo grande passo verso la notorietà avvenne nel 1947, quando all’età di soli 16 anni, trionfò nel concorso di Miss Italia a Stresa.

Da quel momento la sua carriera decollò sopratutto nel campo cinematografico: nel corso della carriera prese parte molti film alcuni dei quali diretti da grandi registi di fama internazionale come Luis Buñuel, Jean Cocteau, Luchino Visconti, Aldo Fabrizi, Federico Fellini, i fratelli Taviani e Ferzan Özpetek. Tra gli altri, ha recitato in Roma ore 11, vincitore del Nastro d’argento nel 1951 per la migliore colonna sonora, Gli sbandati di Francesco Maselli, menzione d’onore alla Mostra del cinema di Venezia, Satyricon di Fellini . L’apice del suo successo fu dagli anni Cinquanta ai primi anni Novanta.

L’attrice si sposò il 1 marzo 1955 con il torero Luis Miguel Dominguín, dal quale in seguito divorziò, con il quale ebbe tre figli: Miguel Bosé, Lucía Dominguín e Paola Dominguín. Ha avuto ben 10 nipoti, alcuni noti come la compianta Bimba Bosé o anche l’attore Nicolás Coronado.

  • morta Lucia Bosé

Nell’ultimo periodo della sua vita lo ha trascorso a Brieva, una piccola città di Segovia, dove ha acquistato un vecchio mulino lo ha trasformati in un museo degli angeli dedicato all’arte contemporanea e che attualmente vanta più di ottanta opere di artisti contemporanei di diversi paesi, oltre a varie sculture angeliche.

Tra i fatti più rilevanti del recente passato, spicca l’assoluzione da una presunta accusa per l’appropriazione indebita di un disegno che Pablo Picasso aveva donato a Remedios de la Torre Morales, che aveva lavorato per 50 anni come governante. L’opera fu dipinta nel 1963 ed era intitolata La Chumbera. L’attrice ha venduto l’opera nel 2008 attraverso la casa d’aste Christie per 198.607 euro.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati