SPORT

Finale Cyprus Cup: la Nazionale femminile si arrende solo ai rigori

LARNACA (CIPRO). Svanisce per un soffio la vittoria della Cyprus Cup da parte della Nazionale di calcio femminile. La compagine guidata da Milena Bartolini ha raggiunto per la seconda volta consecutiva la finale della competizione e si è dovuta accontentare della seconda piazza. Lo scorso anno le azzurre furono sconfitte dalla Spagna per 2-0, quest’anno la possibilità di alzare la coppa è stata molto più vicina in quanto la partita ha visto l’Italia portarsi per prima in vantaggio e poi in grado di riacciuffare per due volte il pareggio nel finale dei tempi regolamentari e dei supplementari. Non è bastata nemmeno la superiorità numerica per tutto il secondo tempo, diventata doppia ai supplementari per via dell’espulsione di Hyang-Sim Ri. Un’interminabile serie di rigori l’errore di Barbara Bonansea, che aveva avuto due nitide occasioni per chiudere i conti nei tempi regolamentari, condanna l’Italia alla prima sconfitta dell’anno dopo i successi nelle amichevoli con Cile e Galles e nei tre incontri del girone con Messico, Ungheria e Thailandia.

(Facebook/FIGC)

Anche stasera la prestazione è stata positiva – il commento della Ct Milena Bertolini – le ragazze hanno fatto un torneo incredibile e dispiace perché meritavamo la vittoria per quanto fatto vedere in campo. Abbiamo subito tre reti su palla inattiva e non abbiamo concretizzato le tante palle gol che abbiamo avuto, dobbiamo imparare a rimanere più lucide e razionali. La partita è stata tesa e ad un certo punto ci siamo forse fatte prendere troppo dall’emotività: anche in questo dobbiamo migliorare”.

Ct Milena Bertolini (Facebook/FIGC)

Il torneo ha dato ottime risposte a livello tecnico e nonostante alcuni errori decisivi in fase difensiva, soprattutto i due i gol subiti dagli sviluppi di calcio d’angolo dimostrano che c’è ancora del lavoro da fare, la prova della squadra lascia ben sperare in ottica Mondiale. La manifestazione avrà inizio il 7 giugno in Francia, la prima partite per le azzurre sarà il 9 giugno contro l’Australia.

ITALIA-COREA DEL NORD 9-10 dtr (1-2 pt, 2-2 st, 3-3 dts)

ITALIA: Marchitelli, Bartoli (56’ Bergamaschi), Salvai, Gama (Cap), Guagni, Giugliano, Galli (58’ Sabatino), Cernoia, Bonansea, Mauro (94’ Serturini), Girelli. A disp: Giuliani, Fusetti, Linari, Adami, Bursi, Tarenzi, Boattin, Alborghetti, Bonfantini, Pipitone. All: Bertolini.

COREA DEL NORD: Yong-Sun Kim, Ri Un-Yong, Sin-Jong Pak, Wi Jong-Sim, Ju Hyo-Sim, Hyang-Sim Ri, Kim Nam-Hui (Cap), Ryong-Mi Ryang (23’ Yu Jong Im, 88’Kyong Mi-Pak), Jun So Yon, Gyong Un Jon (26’ Phyong Hwa-Kim, 60’ Hae-Yon Ri, 107’Pom Hyang Ri), Kim Yun-Mi. A disp: Kim Myong Sun, Ri Dom Hyong, Rim Yong Hwa. All: G. Kim.

Arbitro: Hussein (Sve)

Reti: 19’ Girelli (I), 38’ Kim Yun-Mi (C), 45’ Ju Hyo-Sim (C), 79’ Sabatino (I), 106’ Yun So Jon (C), 111’ Cernoia (I)

Note: espulse al 43’ Yu Jong Im (C) e al 108’ Hyang-Sim Ri (C). Ammonite Kim Nam Hui (C), Wi Jong-Sim (C), Mauro (I), Giugliano (I), Guagni (I). Sequenza rigori: Yun So Jon (gol), Giugliano (gol), Kim Yun-Mi (gol), Girelli (gol), Ju Hyo-Sim (gol), Serturini (gol), Sin-Jong Pak (gol), Cernoia (gol), Kyong Mi-Pak (gol), Sabatino (gol), Pom-Hyang Ri (gol), Salvai (gol), Ri Un-Yong (gol), Bonansea (alto).

Articoli Correlati