• 26 Settembre 2022
  • VIDEO

Inversione a U in autostrada: patente ritirata e multa di 8 mila euro

L'automobilista, un cittadino di origine straniera, si è giustificato affermando di aver seguito le indicazioni del navigatore satellitare

Il riconoscimento di tormentone dell’estate 2022 sembra che quest’anno non se lo aggiudicherà una delle tante hit che hanno accompagnatogli italiani in questa stagione vacanziera del calibro di “La dolce vita” di Fedez, Tananai e Mara Sattei, “Tropicana” di Boomdabash e Annalisa, “Tribale” di Elodie o “Shakerando” di Rhove, solo per citarne alcune, ma verrà assegnato ad una frase che la Polizia stradale ha sentito pronunciare dagli automobilisti più di una volta: “Ho solo seguito le indicazioni del navigatore“.

Si tratta di un’affermazione tesa a giustificare le infrazioni stradali più gravi e pericolose, come inversioni in autostrada o percorrere le stesse a bordo di mezzi improbabili come monopattini, biciclette o addirittura rollerblade. Gesti scellerati capaci di mettere in pericolo la propria incolumità e quella del prossimo. Ma se lo afferma Google Maps o l’App di mappe integrata nel nostro smartphone perché non seguire alla lettera le indicazioni?

Manovra scellerata sulla A1 in direzione Roma

L’ennesima “idiozia” legata a questo fenomeno è andata in scena qualche giorno fa quando un automobilista alla guida di un Suv di colore bianco ha effettuato un’inversione a ‘U’ sulla A1 mentre procedeva in direzione Roma. La vettura è stato ripreso dalle telecamere presenti sul tratto autostradale: il filmato mostra come l’uomo abbia temporeggiato qualche istante prima di lanciarsi nella direzione opposta mettendo in pericolo un auto e un tir che proprio in quel momento stavano sopraggiungendo. Fortunatamente gli autisti dei due mezzi sono riusciti a frenare in tempo evitando il peggio.

Subito dopo la segnalazione il Suv è stato fermato dalle pattuglie della Polizia stradale della Sottosezione di Roma nord e della Sezione di Viterbo. L’automobilista si è giustificato affermando che, dopo aver sbagliato direzione, il navigatore di bordo gli ha suggerito di effettuare quanto prima l’inversione di marcia. Il conducente è stato sanzionato dalla Polstrada con il ritiro della patente e una multa che può raggiungere fino a 8mila euro, nonché con il fermo del mezzo per tre mesi.

La Polstrada chiederà al Paese di provenienza dell’automobilista che gli venga tolta la patente per sempre

I poliziotti stanno preparando due dossier, uno per la Procura di Rieti che evidenzia i profili penali della condotta, l’altro per le autorità del suo Paese, affinché la patente non gli venga più rilasciata. “Di fronte a quelle immagini non ci sono parole per esprimere lo sdegno di quanti, a causa di condotte così assurde, stanno ancora piangendo la perdita di una persona cara“, ha dichiarato Paolo Maria Pomponio, direttore del Servizio Polizia Stradale presso la Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato.

Ho assicurato all’Inviato Speciale Onu per la sicurezza stradale Jean Todt, nel corso di un recente incontro – ha aggiunto – che la Polizia di Stato farà di tutto per divulgare il valore universale della sicurezza stradale. Anche togliendo la possibilità di guidare a quelli che, con le loro condotte scellerate, continuano a mettere a serio rischio la vita di ignari automobilisti. Perché guidare non è uno scherzo, ma una cosa molto seria“.

Tags

Norbert Ciuccariello

Classe 1976, fondatore del quotidiano web nazionale il Valore Italiano e del quotidiano locale Torino Top News. Oltre a ricoprire l'incarico di editore e giornalista pubblicista è un imprenditore impegnato nel settore della moda e della contabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati