• SPORT

Judo, grande successo a Torino per gli assoluti italiani

TORINO. Nella giornata di ieri si è chiuso il weekend dedicato ai Campionati Assoluti di Judo che si è svolto al PalaRuffini di Torino. La manifestazione ha riscontrato un grande successo di pubblico e di interesse da parte di tutti gli appassionati sportivi.

LA GARA MASCHILE

In campo maschile, a trionfare nella prima giornata di gara svoltasi sabato 27 aprile, sono state le Fiamme Gialle, grazie ai 35 punti totali ottenuti e un palmares di due ori, un argento e un bronzo.

https://www.facebook.com/1668749803144407/videos/360536914577850/

A conquistare le due medaglie più preziose per il gruppo sportivo dei finanzieri sono stati Vincenzo D’Arco nella categoria +100 kg e Andrea Gismondo nei 73 kg a cogliere l’oro per le Fiamme Gialle. Due gli ori anche per i Carabinieri, uno nei 100 kg, con Luca Ardizio, testa di serie, che ha superato in finale Andres Felipe Moreno, atleta delle Fiamme Gialle, e di Matteo Piras nei 66 kg.

La gara è andata bene – ha dichiarato Vincenzo D’Arco, nuovo campione nei +100 kg – avevo alcuni problemi fisici, ma non hanno influito. Me la sentivo, me la sentivo proprio, ero concentrato al massimo e nonostante il male alla schiena, è andato tutto bene!

judo campionati assoluti torino
Podio Categoria 60 kg — con Angelo Pantano (oro) e Alessandro Aramu.

Le ultime tre medaglie d’oro se le sono aggiudicate la società l’Airon Judo, che ha piazzato sul gradino più alto del podio nei 60 kg Angelo Pantano e nei 90 kg con Lorenzo Rigano e l’Esercito con Andrea Regis negli 81 kg.

LE DICHIARAZIONI DI FABIO BASILE

A fine gara Fabio Basile, campione olimpico nei 66 kg a Rio, ha espresso la sua soddisfazione per la manifestazione: ” I giovani sono usciti allo scoperto ed è su di loro che metto la mia attenzione. Mi sono piaciuti Valeriani, Mella, Rubeca, Aramu, Iudicelli, anche se non hanno portato l’oro, ma sui giovani io ci credo per scelta. Anche i “vecchietti” non mollano nulla, come Lanzafame, la finale Regis-Carollo, ma anche Pantano, è stato fermo due anni ed è tornato e vince. I re non muoiono mai, l’ho sempre detto! Ma è stato veramente un bell’Assoluto”.

Nel finale di giornata grandi applausi per Fabio Basile, Pino Maddaloni, Felice Mariani e Girolamo Giovinazzo, con la premiazione “Olimpic Special Guest’” riservata alle medaglie olimpiche del judo italiano maschile.

judo Torino, Fabio Basile
Da destra: Fabio Basile, Pino Maddaloni, Felice Mariani e Girolamo Giovinazzo(Fijlkam)

LA GARA FEMMINILE

Nella giornata di domenica invece a trionfare in campo femminile è stata l’Akiyama Settimo Torinese, seguita da Carabinieri e Fiamme Gialle. Un successo quello da parte della palestra della provincia di Torino, alla quale appartiene anche Fabio Basile, che ribadisce l’ottimo lavoro, che ormai da lungo tempo, gli insegnanti di questa società stanno facendo con i propri atleti.

Martina Castagnola nei 52 kg ha conquistato l’unico oro dell’Akiyama, al termine di una bella gara vinta in finale con Giulia Pierucci delle Fiamme Gialle. Un terzo posto è arrivato con Sofia Petitto, bronzo nei 48 kg, mentre tre sono stati i quinti posti, rispettivamente per Michela Fiorini nei 48 kg, Giada Giardino nei 52 kg e Anna Righetti nei 63 kg.

https://www.facebook.com/1668749803144407/videos/479591289450452/?t=2

La finale dei 48 kg se l’è aggiudicata la napoletana Assunta Scutto del Centro Sportivo Maddaloni contro Francesca Giorda dall’altra. Mentre nei 52 kg Martina Castagnola si è aggiudicata il titolo nazionale contro Giulia Pierucci delle Fiamme Gialle.

Nei 57 kg nulla da fare per l’astigiana Silvia Pellettieri che cede in finale contro Anita Cantini. Nicolle D’Isanto vince contro Marta Palombini nei 63 kg, Martina Esposito dello Star Club Napoli vince l’oro nei 70 kg contro Carola Paissoni dell’Esercito.

Martina Castagnola, oro nei 52 kg (Fijlkam)

Nei 78 kg, per il secondo anno di seguito ha vinto Giorgia Stangherlin sulla compagna di squadra Linda Politi , entrambe del gruppo sportivo dei Carabinieri. Infine nei +78 kg Eleonora Geri (Carabinieri) vince al golden score contro Elisa Marchiò (Esercito).

Prima dei blocchi finali, la signora Pellicone ha premiato l’atleta femminile più promettente di quest’anno, Veronica Toniolo, con una borsa di studio della Fondazione Matteo Pellicone. A precedere la premiazione, anche oggi, un momento dedicato alle atlete olimpioniche medagliate: Ylenia Scapin e Rosalba Forciniti. Gli incassi raccolti nel corso del fine settimana con gli ingressi al PalaRuffini saranno devoluti alla Fondazione Pellicone.

Al centro Rosalba Forciniti e Ylenia Scapin (Fijlkam)
Tags

Articoli correlati