CRONACHEԑ PIEMONTE

La Guardia Costiera salva due fratelli, la barca si era capovolta

LESA. Un mezzo della Guardia Costiera ha salvato ieri pomeriggio sul Lago Maggiore una tredicenne e il fratello di 17 anni. La ragazza era su una barca vela che tra Cerro di Laveno Mombello e Reno di Liggiuno, sulla sponda lombarda, si era capovolta; il diciassettenne aveva tentato di soccorrerla. A dare l’allarme è stata la madre. E’ intervenuta la motovedetta CP 603, di base a Solcio di Lesa (Novara). I due giovani, di nazionalità tedesca, stanno bene.

Dopo l’allarme immediatamente l’Autorità coordinatrice delle operazioni di soccorso, il Comando della Guardia Costiera con sede a Solcio di Lesa, ha dirottato sul posto la Motovedetta CP 603, un’unità adibita all’attività SAR (Search and Rescue) sul bacino lacustre, già impegnata in attività d’istituto nella zona di centro lago, e contestualmente allertava la sala operativa dei Vigili del Fuoco di Varese che, prontamente, inviava in zona un battello pneumatico ed una moto d’acqua. Le unità navali intervenute, di lì a poco, hanno intercettato la tredicenne, G.F., ed il fratello, L.F., di anni 17, che si era diretto in soccorso della sorella raggiungendola nella caletta dove il natante a vela si era capovolto. I due ragazzi, di nazionalità tedesca, risultati essere entrambi in buone condizioni di salute, sono stati presi a bordo del gommone dei Vigili del Fuoco. Il personale impegnato nelle operazioni ha provveduto successivamente al rimorchio dell’unità presso il porticciolo di Cerro. I due ragazzi venivano sbarcati nel medesimo luogo ed affidati ai familiari.

Articoli Correlati