• 26 Settembre 2022
  • SPETTACOLI

Lutto nel cinema: muore a 96 anni l’attrice greca Irene Papas

Il mondo del cinema piange la scomparsa di una tra le più grandi interpreti a livello mondiale di tutti i tempi: è morta all”età di 96 anni l’attrice greca Irene Papas, pseudonimo di Irene Leleko. La donna è deceduta questa mattina a Chiliomodi, villaggio del Peloponneso in cui era nata il 3 settembre 1926. Nel 2018 dichiarò pubblicamente che soffriva di Alzheimer da cinque anni.

Ad annunciare il decesso della leggendaria attrice greca è stato il Ministero della Cultura ellenico, ricordando che Papas in circa 50 anni di carriera ha preso parte a oltre 70 pellicole cinematografiche.

L’attrice “lascia una grande eredità culturale“, si legge nel comunicato dell’agenzia di stampa greca Ana-Mpa . Considerata un simbolo per eccellenza della bellezza greca e una celebre rappresentante della cultura mediterranea all’estero, Irene Papas divenne nota a livello internazionale per le sue doti recitative e per la sua presenza carismatica e dinamica. Nella sua carriera ha interpretato importanti ruoli femminili nel teatro e nel cinema, incarnando appieno il potere della tragedia antica.

Il legame speciale con l’Italia

Tra le sue interpretazioni più famose spicca quella di Penelope ne l'”Odissea” e nei celebri film “I cannoni di Navarone” e “Zorba il Greco“. Parlava correntemente l’italiano, avendo interpretato ruoli teatrali e girato molti film nel nostro paese a cui era particolarmente legata: nel Belpaese recitò in produzioni dirette da “mostri sacri” del cinema italiano come ad esempio “Una di quelle” di Aldo Fabrizi, “Le infedeli” di Steno e Mario Monicelli e “Attila” di Pietro Francisci. Federico Fellini confessò di essere un suo sincero ammiratore.

Irene Papas
Irene Papas

Le produzioni hollywoodiane e il successo in Grecia con “Elettra”

Esordì a Hollywood interpretando il ruolo di protagonista femminile nel western “La legge del capestro” di Robert Wise, accanto a James Cagney, cui seguì “Le avventure dei tre moschettieri” di Joseph Lerner. Il film che le permise di ottenere il maggior successo in patria fu “Elettra” di Michael Cacoyannis, che rilanciò anche la sua carriera a Hollywood e le consentì di partecipare a varie produzioni americane.

Irene Papas era molto amica di Katharine Hepburn, con la quale nel 1971 recitò in “Le troiane“. La Hepburn una volta disse che Irene era “una delle migliori attrici nella storia del cinema“. In un’intervista, dopo la morte di Marlon Brando, la Papas dichiarò di aver avuto una relazione con l’attore americano in passato e che erano rimasti “cari amici” fino alla fine. Una delle sue ultime apparizioni cinematografiche è stata in ‘Il mandolino del capitano Corelli‘ nel 2001 al fianco di Nicolas Cage.

Tags

Carlo Saccomando

Classe 1981, giornalista pubblicista. Poco dopo gli studi ha intrapreso la carriera teatrale partecipando a spettacoli diretti da registi di caratura internazionale come Gian Carlo Menotti, fondatore del "Festival dei Due Mondi" di Spoleto, Lucio Dalla, Renzo Sicco e Michał Znaniecki. Da sempre appassionato di sport lo racconta con passione e un pizzico di ironia. Attualmente dirige il quotidiano "Il Valore Italiano".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati