CRONACHEԑ PRIMO PIANOԑ PUGLIA

Manifestazione di Fratelli d’Italia tra i veleni dell’ex Ilva

TARANTO. Stabilita per questa giornata, martedì 6 agosto, alle ore 10.30 davanti allo stabilimento ex Ilva, la manifestazione “La crisi non va in vacanza”, in contemporanea con altre manifestazioni davanti ai siti produttivi di aziende in crisi in Italia. Organizzata da parlamentari, coordinatori e consiglieri nazionali,regionali, e comunali di Fratelli d’Italia, dal presidente regionale di Gioventù Nazionale Andrea Piepoli, e dalla classe dirigente pugliese. Sono circa 200 le aziende italiane per cui è stato istituito un “tavolo di crisi” nazionale al ministero dello Sviluppo Economico, e migliaia i lavoratori a rischio.

Il forno Afo4 ArcelorMittal
Il forno Afo4 ArcelorMittal – Foto da pagina Facebook di Luciano Manna

Intanto Taranto “chiude le finestre” ai veleni del forno Afo4 ArcelorMittal Italia, come riportato su una foto postata sulla pagina Facebook dell’attivista Luciano Manna, che ha ricordato, inoltre, sul sito “VeraLeaks“, organo multimediale di giornalismo indipendente da lui fondato, come l’azienda siderurgica abbia provato a violare le restrizioni di Arpa Puglia alcuni giorni fa. Si legge infatti che: “In una nota del 2 agosto a firma dell’ingegnere Stefan Michel Van Campe, direttore dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto, inviata all’Autorità Portuale di Taranto e per conoscenza a regione Puglia, provincia di Taranto, comune di Taranto Capitaneria di Porto, Arpa Puglia, Asl di Taranto, Guardia di Finanza, Italcave, Castiglia, Ministero dell’Ambiente e Procura di Taranto, il gestore fa una comunicazione in merito all’indisponibilità del molo IV sporgente e conseguente utilizzo del molo Polisettoriale del Porto di Taranto tramite la ditta Italcave. La nota, facendo riferimento al verbale della riunione tenuta il 19 luglio 2019, chiede all’Autorità Portuale di integrarlo con alcune precisazioni dell’azienda inerenti alle restrizioni poste da Arpa Puglia circa la movimentazione del materiale in particolari condizioni di vento. […] L’agenzia regionale raccomanda di prevedere la sospensione delle attività di scarico quando il vento, indipendentemente dalla sua direzione, raggiunge gli 8 m/s mentre ArcelorMittal, ritendendo evidentemente troppo restrittiva la prescrizione di Arpa Puglia, precisa che la raccomandazione che comparirebbe come una prescrizione, necessita di essere vagliata, previa istruttoria, dalle Autorità competenti. […]”.

Sulla pagina Facebook di ArcelorMittal è comparsa una dichiarazione di David Clarke, responsabile della strategia del Gruppo, volta a contribuire a ridurre le emissioni globali di carbonio, utilizzando energie pulite e sperimentando nuovi metodi avanzati per la produzione di acciaio. Di seguito la comunicazione.

Simona Cocola

Loading...

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati