SPORTԑ PRIMO PIANO

“Moro sempre nei nostri cuori”, il Pescara ricorda Morosini

Il Pescara Calcio sulla sua pagina Twitter ha ricordato , a otto anni dalla tragedia dello stadio Adriatico, il giocatore livornese Piermario Morosini, accasciatosi sul manto erboso dell’impianto abruzzese nel corso della gara Pescara-Livorno del 14 aprile 2012.

Impossibile dimenticare quel giorno. Moro sempre nei nostri cuori“. La frase è accompagnata da un ritratto dello sfortunato calciatore, morto il 14 aprile del 2012. A Morosini è stato intitolato il settore ospiti della curva sud dello stadio Adriatico “Giovanni Cornacchia”.   

morosini pescara

Piermario sempre con noi“. Anche l’Atalanta ha ricordato Piermario Morosini, cresciuto nel suo settore giovanile, nell’ottavo anniversario della morte in campo per una cardiomiopatia aritmogena: “Il 14 aprile 2012, a Pescara, veniva a mancare Piermario Morosini. Sono passati otto anni, mai passerà il suo ricordo, sempre e più che mai vivo. Piermario è nel cuore del Presidente Antonio Percassi e di tutta la famiglia Atalanta“.

Morosini, bergamasco di città del quartiere Monterosso, poco a nord dello stadio, vestiva la maglia del Livorno, in serie B, dopo aver giocato precedentemente con Udinese, Bologna, Vicenza, Reggina e Padova facendo la trafila nelle nazionali azzurre dall’Under 17 all’Under 21.

In nerazzurro vinse il campionato Allievi Nazionali nel 2002 senza mai esordire in prima squadra. Nato il 5 luglio 1986, era approdato all’Atalanta a 9 anni dopo i primi calci nella Polisportiva Monterosso. Morosini aveva perso nel 2001 la madre Camilla, nel 2003 il padre Aldo e l’anno dopo il fratello. Gli restava solo la sorella, anche lei malata, Maria Carla.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati