CRONACHE

Oggi pomeriggio si inaugurerà il nuovo ponte “Genova San Giorgio”

GENOVA.  “E’ enorme, è aperto, sembra una portaerei”. Marco Bucci nei giorni scorsi ha potuto camminare sul nuovo ponte – “Genova San Giorgio” – e conferma di aver provato una sensazione forte, ma non parla ancora di commozione. 

“Quella magari arriverà lunedì, lo vedremo, se pioverà come sembra potrà mimetizzare le eventuali lacrime”, scherza, ma neppure troppo. Esito positivo per il collaudo statico del nuovo Ponte Genova San Giorgio. Anas ha rilasciato il certificato di collaudo e si sta occupando anche della verifica di agibilità del Ponte, propedeutica all’apertura al traffico. Oggi infatti si terrà l’inaugurazione del nuovo ponte di Genova, con Mattarella e Conte. Tre minuti di silenzio seguiranno la lettura dei nomi delle 43 vittime del crollo del ‘Morandi’, 2 anni fa. Ci saranno tra gli altri anche il sindaco e commissario straordinario Bucci, il governatore Toti e l’architetto Piano. “E’ il simbolo di una nuova Italia che si rialza”, commenta il premier. Bucci non vuole minimizzare il lavoro svolto – “eccezionale”, ribadisce – ma è convinto che il “modello Genova” debba essere applicato ad altri progetti in Italia. Intanto resterà commissario, fino a fine novembre: “Quando i lavori saranno ultimati del tutto”.

Il primo cittadino ringrazia gli operai “quelli della demolizione e quelli della ricostruzione, ho in mente quel bergamasco che stava sui monconi del Morandi con il filo d’acciaio a tagliare i pezzi del ponte, per citarne uno” e poi chi gli è stato vicino, “mia moglie” cita per prima, e poi un lungo elenco dei collaboratori della struttura.

Giuseppe Muri

Giuseppe Muri

Giornalista pubblicista dagli Anni Ottanta, si occupa di cronaca e di costume. Ha lavorato per un lungo periodo nelle redazioni di testate locali piemontesi. Appassionato di storia, ha svolto alcune inchieste legate a fatti importanti che hanno caratterizzato il Novecento italiano.

Articoli Correlati