CULTURAԑ PRIMO PIANOԑ TOSCANA

“Paperino siamo noi”, la mostra sul papero più noto della storia

LUCCA. Il Mercato del Carmine, un tempo chiesa rinascimentale di Santa Maria del Carmine, edificio storico del centro di Lucca, ospita fino al 3 novembre prossimo l’iniziativa “Paperino siamo noi”, alla scoperta del famoso personaggio della Disney. Gli 85 anni di Paperino, compiuti il 9 giugno scorso, sono quindi festeggiati attraverso un viaggio interattivo all’interno della mostra, curata dallo storico del fumetto italiano Gianni Bono, da Lucca Comics & Games, Edizioni If, Way e Allestend, divisa in quattro sale. Si comincia con “Paperino Vr Experience” che grazie alla tecnologia della realtà virtuale permette ai visitatori di vestire i panni di Paperino, esplorando la sua casa e il rifugio sotterraneo del suo alter ego Paperinik. Si procede poi con “Kinder”, spazio in cui i visitatori possono creare, su grandi pareti magnetiche, il proprio Paperavatar.

Don Rosa, famoso in tutto il mondo per le sue storie sulla famiglia dei Paperi della Disney, ospite prestigioso al Lucca Comics & Games 2019, grazie a LC&G e Panini.

Successivamente nella “Pinacoteca di Paperino” all’interno di Paperino siamo noi, è possibile ammirare per la prima volta una serie di dipinti, tramite i quali gli artisti Disney hanno voluto omaggiare con parodie grandi opere della pittura mondiale. Qui saranno presenti alcuni pezzi unici, come la serie completa di ceramiche di Paperino realizzate dal fiorentino Ugo Zaccagnini negli Anni Quaranta, oltre a due dipinti di Romano Scarpa autografati in Italia dallo stesso Walt Disney negli Anni Sessanta. Infine, l’esposizione è arricchita da alcune teche dedicate a “La Storia di Paperino”, con reperti cartacei originali delle pubblicazioni di Paperino, dal menabò del primo numero a “Paperino e la Cleopatrias extinta”, albo omaggio per gli abbonati a Topolino nel 1952. 

Simona Cocola

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati