SPORTԑ PRIMO PIANO

Posticipi serie A: solo un pari per la Viola, il Milan capitola in casa con la Lazio

Fiorentina-Parma 1-1

Finisce in parità sotto la pioggia del Franchi, un risutato che accontenta il Parma impegnato in una trasferta difficile come quella di Firenze, campo in cui anche la Juve era stata fermata sullo 0-0. Gli uomini di D’Aversa, che si era schierato col tridente composto da Kulusevski, Karamoh e Gervinho, passano in vantaggio proprio con il loro capitano: l’ivoriano sfrutta un lancio di Kucka per involarsi e battere Dragowski con uno scavetto al 40′ del primo tempo. Nella ripresa Montella inserisce Vlahovic per Ghezzal e il giovane attaccante va vicino al gol del pari, che però arriva con il “solito” Castrovilli. Il centrocampista va a segno di testa su cross di Dalbert e trova il suo primo centro in A davanti al proprio pubblico. Nei venti minuti di gara restanti aumenta la pioggia ma non il ritmo, il risultato resta immutato e le due squadre mantengono il distacco in classifica di 2 punti: viola che salgono a 16, emiliani a 14. Tra le due squadre c’è il Verona a quota 15.

Fiorentina (4-3-3): Dragowski; Venuti, Milenkovic, Ranieri, Dalbert; Castrovilli, Badelj, Pulgar; Chiesa, Boateng (85′ Pedro), Ghezzal (54′ Vlahovic). All. Montella.
Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Dermaku, Pezzella (68′ Barillà); Kucka, Scozzarella, Hernani; Kulusevski (83′ Gagliolo), Karamoh (74′ Sprocati), Gervinho. All. D’Aversa.
Reti: 40′ Gervinho (P), 67′ Castrovilli (F).
Ammoniti: Pezzella (P), Darmian (P), Dalbert (F), Pulgar (F)

Milan-Lazio 1-2

La Lazio espugna San Siro battendo il Milan 2-1 dopo 30 anni dall’ultima volta: nel 1989 fu un autogol di Paolo Maldini a consegnare la vittoria ai biancocelesti. L’Aquila viene trascinata dai gol del tandem titolare, Immobile-Correa: il centravanti campano, ha siglato il centesimo centro in maglia laziale, confermando il primo posto in classifica marcatori con 13 reti. Il gol del momentaneo pareggio rossonero arriva da un’autorete di Bastos.Con questo risultato, la squadra di Simone Inzaghi, raggiunge Atalanta e Cagliari a quota 21 punti al quarto posto, utile per la Champions League. Un Diavolo troppo sprecone e stanco nel finale, paga le distrazioni difensive e le uscite a vuoto di Donnarumma, restando a metà classifica: Scala del Calcio insoddisfatta.

L’esultanza dopo il gol del vantaggio di Ciro Immobile

Milan (4-3-3): G.Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Hernandez; Krunic (85′ Bonaventura), Bennacer, Paquetà (53’st Leao); Castillejo (35′ Rebic), Piatek, Calhanoglu. All. Pioli.
Lazio (3-5-2): Strakosha; Bastos, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic (59′ Parolo), Leiva, Alberto, Lulic; Immobile (60′ Caicedo)(81′ Cataldi), Correa. All. Inzaghi. 
Gol: 25′ Immobile (L), 28′ aut. Bastos (M), 83′ Correa (L).
Ammoniti: Duarte, Krunic, Bennacer (M); Milinkovic, Radu, Leiva, Cataldi

Articoli Correlati