SPORT

Scherma: pioggia di medaglie per le squadre azzurre

ROMA. È stato un weekend pieno di soddisfazioni quello appena trascorso per la scherma azzurra: nella spada individuale Gabriele Cimini, in ambito maschile, e Rossella Fiamingo, in quello femminile, hanno conquistato due importanti secondi posti che manifestano l’ottimo stato di forma degli atleti azzurri. A livello di squadre la Nazionale non ha tradito le attese mettendo a referto tre medaglie di bronzo.

Italia Spada Femminile (BIZZI/Fie)

La squadra di spada femminile ha raggiunto il primo podio stagionale sulle pedane di Chengdu, grazie alla vittoria contro le padroni di casa della Cina col punteggio di 31-28 nell’assalto che è valso il terzo posto. Le ragazze guidate dal CT Sandro Cuomo, con il team composto da Rossella Fiamingo, reduce dal secondo posto nell’individuale, dall’iridata Mara Navarria e dalle giovani talentuose Alice Clerici e Federica Isola, ha festeggiato un risultato che infonde ottimismo in vista dell’avvio della fase di qualificazione ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 che partirà dal prossimo mese di aprile. Nel loro percorso le spadiste azzurre hanno iniziato la loro avventura superando agli ottavi l’Ucraina per 45-39, poi ai quarti è giunta la vittoria, grazie alla stoccata decisiva del 30-29 contro la Russia. In semifinale è arrivata la battuta d’arresto contro la Germania, successivamente vincitrice della medaglia d’oro contro l’Estonia col punteggio di 45-39. Le tedesche si sono imposte in semifinale col punteggio di 41-34.

ITALIA Spada maschile (BIZZI/Fie)

Purtroppo si è fermata ai quarti di finale l’avanzata dell’Italia di spada maschile nella gara a squadre che conclude la tappa di Buenos Aires del circuito di Coppa del Mondo. Il quartetto composto da Gabriele Cimini, argento nella gara individuale, e da Marco Fichera, Enrico Garozzo e Federico Vismara, è stato sconfitto dal Giappone, poi vincitore del torneo, col punteggio di 36-33 nell’assalto valido per la qualificazione alla semifinale. Precedentemente gli azzurri avevano esordito superando per 45-32 la Gran Bretagna e poi, col punteggio di 38-33, la Germania negli ottavi. L’Italia ha poi concluso al quinto posto in classifica generale, grazie alla vittoria contro gli Stati Uniti per 45-26 e poi di quella nei confronti della Cina per 45-30.

ITALIA Sciabola femminile (BIZZI/Fie)

La squadra di sciabola femminile conquista l’ennesimo bronzo, come già accaduto nelle precedenti quattro le gare stagionali svolte sino ad oggi, nell tappa di Sint Niklaas del circuito di Coppa del Mondo.Sulle pedane belghe il quartetto guidato dal Commissario tecnico Giovanni Sirovich, composto da Irene Vecchi, Rossella Gregorio, Martina Criscio ed Arianna Errigo, quest’ultima esordiente in squadra, ha vinto tutti gli assalti affrontati sino alla semifinale contro la Russia. L’Italia, dopo aver sconfitto la Germania col punteggio di 45-22, ha avuto la meglio ai quarti sugli Stati Uniti per 45-40. In semifinale è giunta però la battuta d’arresto al cospetto della Russia, che ha staccato il pass per la finalissima alla stoccata del 45-39. Per le sciabolatrici azzurre l’occasione del riscatto si è immediatamente presentata grazie all’assalto con in palio il terzo posto, nel quale hanno affrontato e superato la Polonia per 45-29, salendo così per la quarta volta consecutiva in stagione sul terzo gradino del podio. La finale è stata vinta dalla Francia sulla Russia per 45- 43.

Italia Sciabola maschile (BIZZI/Fie)

Il team di sciabola maschile bissa a Budapest il terzo posto ottenuto due settimane fa a Padova, confermandosi come una delle principali compagini del circuito internazionale. Il quartetto composto da Luca Curatoli, Gigi Samele, Enrico Berrè e Dario Cavaliere, quest’ultimo chiamato a sostituire l’infortunato Aldo Montano per la seconda volta in stagione, ha esordito positivamente superando per 45-37 l’Egitto. Ai quarti è giunta la netta affermazione contro gli Stati Uniti per 45-37, prima dell’assalto di semifinale contro i padroni di casa dell’Ungheria, in cui gli azzurri si sono fermati col punteggio di 45-43. Luigi Samele e compagni hanno poi vinto il bronzo per 45-29 nel match contro la Germania. La finale è stata vinta dalla Corea del Sud per 45-41 contro l’Ungheria.

Tags

Articoli Correlati