• SPORT

Serie A: Milan e Lazio a rischio Champions. Il Toro ci crede ancora

TORINO. Nella 33° giornata di Serie A il campionato ha modo di riservare ancora diverse sorprese per quanto riguarda la lotta per la qualificazione alle coppe, in particolar modo quella alla prossima Champions League, e quella per la salvezza.

L’anticipo delle 12:30 allo Stadio Tardini tra Parma e Milan riserva il primo risultato non scontato della giornata. Nella squadra di Gattuso si rivede Donnarumma dopo l’infortunio, unico assente Paqueta. Per i gialloblu invece assente il punto di riferimento in attacco Roberto Inglese, sostituito da Siligardi. Nel primo tempo le due squadre si equivalgono, i rossoneri cercano di comandare il gioco con un possesso palla a lunghi tratti sterile, mentre i ducali tentano in più occasioni le ripartenze veloci grazie agli strappi di un ottimo Gervinho. La partita si sblocca nel secondo tempo grazie alla rete del neoentrato Castillejo, al posto di Conti, che al 69′ si ritrova sulla testa un potente cross di Suso. La deviazione al limite del fortunoso è letale per il portiere Sepe. Il Parma nel finale prova il tutto per tutto e all’87’ sfrutta al massimo una punizione dal limite, a seguito di un fallo ingenuo di Borini. Bruno Alves tira una punizione magistrale, che Donnarumma può solo guardare infilarsi in rete, e sigla il meritato 1-1.

Serie A; Parma Calcio 1913 vs AC Milan
L’esultanza di Bruno Alves per il gol dell’1-1 tra Parma e Milan

La Lazio perde l’occasione di avvicinarsi al quarto posto, dopo la vittoria per 2-0 contro l’Udinese nel recupero di campionato di mercoledì. Il Chievo già retrocesso, onora fino il fondo il campionato e sconfigge all’Olimpico i capitolini per 1-2. Al 34′ del primo tempo Milinkovic-Savic perde la testa e rifila un calcio a Stepinski a seguito di un fallo subito. L’arbitro Chiffi punisce la condotta antisportiva con il rosso diretto, che di fatto compromette la gara dei padroni di casa. Ad inizio ripresa i clivensi siglano due gol nel giro di due minuti, apre le marcature al 49′ il giovane Vignato, classe 2000 e al primo gol in A, e raddoppia Hetemaj al 51′. I biancocelesti segnano al 67′ con Caceido, che sfrutta l’assist di Correa entrato 10 minuti prima, a non riescono ad evitare la clamorosa sconfitta. Nel finale, fuori dal campo di gioco, espulso anche Luis Alberto che applaude in maniera sarcastica all’arbitro.

Serie A; SS Lazio vs AC Chievo Verona
Celebra il gol il giovane Emanuel Vignato (Chievo Verona)

Balzo in avanti per il Torino che batte al Marassi il Genoa per 0-1. La rete della vittoria nella ripresa grazie ad un ottimo break di Ola Aina che serve Berenguer, il centrocampista spagnolo trova Ansaldi in area che di potenza firma il gol vittoria. Ora i granata sono sesti in classifica, a tre lunghezze dal quarto posto, a pieno diritto in lotta per la Champions.

In chiave salvezza c’è da evidenziare l’impresa del Bologna in casa contro la Sampdoria. Sinisa Mihajlovic e i suoi giocatori continuano la sua sorprendente cavalcata per distanziarsi dal terzultimo posto in classifica. Nelle ultime 7 giornate, compresa quest’ultima gara, i felsinei hanno realizzato 5 vittorie, 1 pareggio e 1 sola sconfitta, un ruolino di marcia invidiabile anche dalle pretendenti al quarto posto. Tutti i gol sono avvenuti nella ripresa, il primo al 54′ a seguito di una punizione di Pulgar che colpisce la traversa, sugli sviluppi dell’azione Audero smanaccia male e il pallone impatta sul ginocchio di Tonelli che involontariamente realizza l’autogol dell’1-0. Al 69′ minuto, sull’ennesima punizione in favore dei padroni di casa, Pulgar questa volta non sbaglia e insacca la sfera nel sette. Il 3-0 è firmato da Orsolini al 83′ con una bellissima semirovesciata. Ennesima ingenuità dell’estremo portiere blucerchiato, oggi in giornata decisamente no, che non trattiene la sfera trattiene e termina in rete.

Serie A, Bologna-Sampdoria
Riccardo Orsolini sigla il definitivo 3-0 tra Bologna e Sampdoria

Vittoria per il Cagliari in casa contro il Frosinone per 1-0 grazie alla realizzazione su rigore di Joao Pedro al 27′ del primo tempo. Da segnalare al 79′ minuto l’espulsione del cagliaritano Faragò per doppia ammonizione. Una vittoria che avvicina i rossoblu alla matematica salvezza e condanna il Frosinone, ormai quasi definitivamente condannato a disputare il prossimo campionato in serie cadetta. Il Sassuolo pareggia in trasferta contro l’Udinese dopo aver assaporato fino a 10 minuti dal termine la vittoria. Vantaggio neroverde al 31′ con Sensi e pareggio dei friulani al 80′ con l’autogol di Lirola, che nel tentativo di anticipare Okaka, buca la propria porta. Un punto preziosissimo per i bianconeri che sono a quattro punti di distanza dall’Empoli terzultimo.

Girandola di gol e di emozioni nella gara più agguerrita per la lotta alla salvezza tra Empoli e Spal. Un eventuale vittoria dei toscani potrebbe ridurre il distacco dalle due squadre a soli tre punti. Partono meglio i padroni di casa che si portano in vantaggio al 22′ grazie alla rete di Caputo. Reagiscono bene gli emiliani che ribaltano la situazione nei minuti finali della prima frazione di gioco grazie al rigore di Petagna al 38′ e al momentaneo 1-2 firmato da Floccari. Nella ripresa l’Empoli riparte con lo spirito giusto e dopo soli 60 secondi Traore sigla il pareggio. Il gol rappresenta solo una momentanea illusione per gli uomini guidati da mister Andeazzoli perché decide di salire in cattedra Andrea Petagna. Al 60′ sfrutta al meglio l’assist di Floccari e da centro area con un potente destro firma il nuovo vantaggio spallino. A due minuti dal tempo regolamentare sempre il solito Petagna guida una discesa per vie centrale dei suoi e serve Antenucci. L’attaccante, entrato da 5 minuti al posto del compagno Floccari, dalla sinistra rientra verso il centro e segna uno splendido gol a giro. È il definitivo 2-4 che mette in seria difficoltà l’Empoli, a 4 punti di distanza dall’Udinese quartultima e mette a distanza di sicurezza la Spal ora a 9 lunghezze dai toscani, a 5 giornate dal termine.

Serie A; Empoli-Spal
Lo splendido gol a giro di Mirko Antenucci, che sancisce il definitivo 2-4 tra Empoli e Spal

Alle 18:00 la sfida tra Juventus e Fiorentina , che in caso di pareggio sancirebbe la vittoria dell’ottavo scudetto consecutivo bianconero, e alle 20:30 la sfida per la lotta alla zona Champions tra Inter e Roma. Mentre lunedì 22 aprile ci sarà il posticipo tra Napoli e Atalanta, anche questa sfida fondamentale in chiave qualificazione alle coppe europee per gli orobici.

IL QUADRO DEI RISULTATI DELLA 33°GIORNATA DI SERIE A

PARMAMILAN1-1
BOLOGNASAMPDORIA3-0
CAGLIARIFROSINONE1-0
EMPOLISPAL2-4
GENOATORINO0-1
LAZIOCHIEVO1-2
UDINESESASSUOLO1-1
JUVENTUSFIORENTINA
INTERROMA
NAPOLIATALANTA

CLASSIFICA

Juventus 84*, Napoli 67*, Inter 60*, Milan 56, Roma 54*, Torino 53, Atalanta 53*, Lazio 52 , Sampdoria 48, Fiorentina 40*, Cagliari 40, Sassuolo 38, SPAL 38, Parma 36, Genoa 34, Bologna 34, Udinese 33 , Empoli 29, Frosinone 23, Chievo 14 (-3) ( * una partita in meno)

Articoli correlati