SPORTԑ PRIMO PIANO

Tennis, l’azzurro Sinner vince a 19 anni il suo primo titolo Atp

SOFIA. Il diciannovenne altoatesino Jannik Sinner ha conquistato il suo primo titolo ATP battendo nella finale di Sofia il canadese Pospisil (6-4, 3-6, 7-6). Una sfida iniziata in discesa, proseguita in salita e finita in bellezza. Il primo set è stato portato a casa agevolmente, poi Sinner – complici numerosi errori – ha lasciato spazio all’avversario, che però nell’ultimo set è stato frenato al tie-break grazie a una straordinaria tenuta mentale, da veterano e vincente.

A diciannove anni e due mesi, Sinner diventa  il più giovane italiano di sempre a vincere un titolo ATP e il più giovane in generale a sollevare un trofeo dal 2008, anno in cui un Kei Nishikori allora diciottenne si impose a Delray Beach. Questa vittoria poi, fa di lui il primo 2001 capace di vincere un torneo del circuito maggiore e gli permette di ritoccare ulteriormente il proprio best ranking, agganciando la posizione numero 37 nella classifica mondiale. Sinner è inoltre il 26° tennista italiano a vincere un titolo, grazie al quale il totale dei trofei sollevati da tennisti italiani sale a 68.

Il futuro di Sinner fra i top ten del circuito mondiale sembra, giorno dopo giorno, sempre più probabile. E come non ripensare all’endorsement di Adriano Panatta, non uno qualunque, dopo il match contro Nadal ai quarti del Roland Garros: “Secondo me Sinner è già pronto a giocarsela quasi alla pari con i big e prestissimo entrerà nella top ten ATP”.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati