• MODA

Il RunWay Show di Fashion Vibes pronto a stupire la Milano Fashion Week Donna

Dal 23 febbraio al 1 marzo le luci della ribalta illumineranno la Milano Fashion Week Donna 2021 per l’attesissima presentazione delle collezioni della prossima stagione Primavera/Estate. Un’edizione che dovrà fare i conti con l’emergenza Coronavirus e con le conseguenti regole che impongono il distanziamento sociale, il divieto di assembramento e il divieto di spostamento all’interno dei confini italiani e dall’estero.

La Camera della Moda nonostante le difficoltà causate della quasi totale assenza di pubblico non si è arresa e ha risposto mettendo in campo una serie di iniziative solidali e un programma fitto di sfilate e appuntamenti, sia in presenza che in streaming.

La Fashion week continua ad essere un appuntamento imprescindibile e di fondamentale importanza, soprattutto se si considera che la filiera della moda rappresenta uno dei pilastri su cui costruire il progetto di rilancio economico non solo della città di Milano, ma dell’Italia.

In questo particolare momento storico l’edizione in digitale rappresenta una soluzione alternativa ideata per superare le difficoltà attuali: uno strumento progettato appositamente per vivere di vita propria ma allo stesso tempo per sostenere gli appuntamenti del prossimo futuro, che ci si augura tornino nel più breve tempo possibile nella modalità in presenza dal vivo.

Non fermare il settore è un grande atto di coraggio e sensibilità che permette di continuare a promuovere l’enorme valore produttivo e creativo della Moda nel mondo.

Evolution RunWay Show di Fashion Vibes: lezione di stile italiano e spazio alla “next generation” dell’Est

La parola d’ordine di quest’edizione è quella di “rendere la fashion week sempre più aperta al mondo”, motto preso alla lettera dall’Evolution Fashion Vibes RunWay che fin dalla sua nascita si propone come obiettivo principale quello di attrarre il maggior numero di ospiti e addetti ai lavori sia italiani che stranieri. L’evento, giunto alla sua quinta edizione, è stato ideato da Yuliia Palchykova, cool hunter alla continua ricerca di nuove proposte sia in fatto di fashion che di designers da tutto il mondo, che dopo il successo di febbraio 2019, torna nuovamente alla Milano Fashion Week Donna.

Lo scopo di Yuliia Palchykova con il suo Evolution Fashion Vibes RunWay Show è quello di presentare un viaggio immaginario attraverso un video emozionale su piattaforma web, dando il giusto spazio ad una lezione di stile dell’importante brand Italiano Antonio Martino Couture, una narrazione stilistica del suo talento e, a seguire, il racconto dei capi della nuova next generation russa che vengono svelati in una dimensione virtuale che vuole essere un tributo alla Moda che segue il Vento dell’Est. Vi invitiamo a leggere di seguito l’intervista che Yuliia Palchykova ci ha rilasciato spiegandoci quali effetti ha avuto il Covid19 nel mondo della moda e quali sono i tratti distintivi di Fashion Vibes.

L’intervista a Juliia Palchykova, cool hunter fondatrice di Fashion Vibes

Il Coronavirus ha stravolto completamente le vite di tutti. Che impatto ha avuto sul mondo della Moda?

La moda ha cambiato totalmente il calendario, iniziando da Firenze con la sua novantanovesima edizione di Pitti Uomo per poi passare direttamente a Milano Donna dove la mia Fashion Vibes è inserita in calendario. Sono sicura che la Milano Fashion Week Donna in digitale, grazie all’ottimo lavoro messo in campo dalla Camera della Moda, continuerà ad avere un grande interesse mediatico a livello globale.

Qual è il segno distintivo di Fashion Vibes?

Il mio progetto di moda ha lo scopo di presentare al pubblico europeo la next generation italiana e particolarmente quella russa, ucraina, croata, georgiana costituita dai designers emergenti, che partecipano alle piccole fiere locali ma il loro sogno è inserirsi accanto alle potenti e tradizionali manifestazioni di Milano, Parigi, Londra e New York. In sostanza il mio sogno più grande è quello di avvicinare i designer che rappresento ad un nuovo ‘Rinascimento della Moda‘ attraverso l’utilizzo dei nuovi media”.

In che modo ha scelto questi designer?

“Sono da sempre alla ricerca di persone che abbiano un grande potenziale in termini creativi, che vada oltre semplice produzione nel campo dell’artigianato, del tessile e degli accessori. Nonostante la pandemia attraverso una selezione molto attenta in tutto l’Est Europa sono riuscita a individuare alcuni talentuosi designers che hanno soddisfatto quelle che sono le caratteristiche di cui vado a caccia (non a caso mi definiscono cool hunter ‘cacciatrice di tendenze’): l’originalità dell’idea, l’unicità della collezione, la qualità e la filosofia del brand.

Cosa renderà originale e creativo questo evento?

L’obiettivo è quello di dare al mio evento una prospettiva moderna del fashion combinando l’artigianato e l’alta moda, interpretando con gusto le evoluzioni più raffinate, dove avanzano la tecnologia e l’arte, in maniera innovativa, scintillante e poliedrica, magnetica e creativa, lasciando liberi i designer di esprimere le loro ispirazioni, per raccontare il valore simbolico della moda, comunicativo e riconciliante, che predispone all’ascolto e al dialogo con gli altri. Tutto ciò rappresenta un unico strumento che unisce eleganza, informalità e sperimentazione, capace di uniformare tutti gli stili“.

Pensa che l’Italia, e più in generale tutto il mondo della Moda, sia pronto ad accogliere il suo messaggio creativo?

Ho letto una intervista e l’interesse per la moda dell’Est occidentale di Mario Boselli che ha intenzione di fare dei gemellaggi, mandando gli stilisti italiani a sfilare in Ucraina e invitando i loro durante la Milano Moda Donna. Questo proliferare di fiere locali ha un futuro perché le fiere internazionali resteranno Milano Parigi, Londra e New York, ma la moda ha bisogno di una ventata di aria fresca, specialmente quella che arriva dall’Est“.

Oltre il messaggio creativo c’è anche un messaggio di speranza per il futuro?

L’intento è quello di trasmettere un chiaro messaggio di ottimismo, in un momento delicato per il mondo intero. Un progetto di moda nato nell’Est con lo scopo di presentare al pubblico europeo i designers emergenti, oltre le produzioni, le aziende tessili e gli accessori, l’artigianato e il “fatto a mano” ponendo il focus su criteri di originalità dell’idea, la qualità dei tessuti, la cura e la ricercatezza dell’esecuzione oltre alla filosofia dei brand.

Come si può combattere la crisi economica attuale e prevenirne un’altra in futuro?

Dobbiamo essere creativi, ma nello stesso possiamo fare in modo che, attraverso la piattaforma online, le fiere della moda vivano per 365 giorni l’anno, per mantenere in maniera costante i contatti tra espositori e compratori“.

Il calendario degli eventi Fashion Vibes alla Milano Fashion Week Donna 2021

Tutte le sfilate si potranno seguire sulla piattaforma Fashion Vibes a partire dalle ore 21:00 con inizio il 23 Febbraio con le sfilate di World Fashion Union. Il 25 Febbraio sarà il turno di quelle del Kids Runway Show, mentre il 26 Febbraio andranno online le sfilate di Women’s Runway Show. Si proseguirà il giorno dopo, il 27 Febbraio con la trasmissione di Couture Runway di Antonio Martino Couture da AltaRoma e infine il programma si concluderà il 1° Marzo con le sfilate di World Fashion Union.

Tags

Articoli correlati